Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Venerdì 25 ottobre al Teatro Bolìvar lo spettacolo ‘E Femmene, omaggio a Renato Carosone a 100 anni dalla nascita

by / 0 Comments / 33 View / 17 ottobre, 2019

femmene Due carriere che si abbracciano, due voci all’ombra del Vesuvio che la passione ha fatto incontrare, per la fortuna di migliaia di appassionati di musica napoletana e bel canto. Roberta Tondelli, torrese di nascita e cantante da sempre, e Maria Boccia, sangiorgese con lo stesso percorso musicale; per entrambe, importanti pubblicazioni con eccellenti collaborazioni ed esperienze in contesti nazionali come Castrocaro ed il Festival di Napoli.

Un primo approccio tramite i social e l’idea di celebrare, attraverso un arrangiamento fresco ed attuale, i 30 anni di “Na canzuncella doce doce”, canzone firmata da Claudio Mattone, che il maestro Renato Carosone presentò al Festival di Sanremo (oltre ad essere in tempo per le celebrazioni dei 100 anni dalla sua nascita, il 3 gennaio prossimo), hanno unito gli entusiasmi di Roberta e Maria che, dirette da Mauro Spenillo, propongono una versione elegante ed innovativa della traccia, corredata da un videoclip girato tra i colori ed il sole delle strade di Napoli.

Venerdì 25 ottobre, il Teatro Bolìvar a Napoli, ospiterà il loro spettacolo ‘E FEMMENE, un viaggio ordinato e mai scontato, attraverso la musica di Napoli di ieri e di oggi, che ripercorrerà le storie artistiche di Maria Boccia e Roberta Tondelli. La direzione artistica e gli arrangiamenti saranno di Mauro Spenillo che si occuperà anche di dirigere la band condivisa sul palco, il corpo di ballo sarà diretto da Daniele Di Salvo, e la regia sarà di Vincenzo Pirozzi. Molti gli ospiti vip previsti, amici delle due protagoniste e grandi appassionati di musica partenopea (tra i confermati, il rapper Tueff, l’attore comico Angelo Di Gennaro e la regista Lina Marino).

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)