Il nuovo modo di leggere Napoli

Pizza di scarole: la ricetta

di / 0 Commenti / 1767 Visite / 17 ottobre, 2019

pizza-alla-scarola La pizza di scarole è uno dei rustici più famosi ed apprezzati della cucina tradizionale napoletana. Il tortino ripieno di scarola stufata, olive di Gaeta, capperi, uva passa, pinoli e acciughe avvolto da un semplice impasto di acqua e farina e cotto al forno, si appresta a diventare un ospite fisso sulle tavole dei buongustai di tutta Italia.

La pizza di scarole viene preparata principalmente in inverno, stagione in cui l’ingrediente portante della ricetta e di stagione, immancabile sulle tavole dei napoletani a Natale come contorno o antipasto da accompagnare alle altre ricette tradizionali partenopee. Gustosissima anche fredda, la pizza di scarole è un piatto saporito e gettonatissimo, capace di mettere d’accordo anche coloro che non amano mangiare le scarole.

INGREDIENTI:

PER L’IMPASTO

  • 500 gr di farina 00
  • 270 gr di acqua tiepida
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 8 gr di sale

PER IL RIPIENO

  • 700 gr di scarola
  • 150 gr di olive di Gaeta
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 2 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 30 gr di uvetta
  • 5 acciughe in filetti
  • sale qb
  • peperoncino qb
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE:

Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e farlo riposare per 10 minuti. Versare la farina in una ciotola, aggiungere l’acqua e il lievito, il sale, l’olio e impastare il tutto per almeno 10 minuti. Formare una palla, riporla in una ciotola pulita, coprirla con un telo e farla lievitare al caldo per almeno 2 ore.

Trascorso questo tempo di lievitazione, riprendere l’impasto dividetelo in 2 parti e formare due palline. Lasciarle riposare per almeno 1 ora.

Lavare le foglie di scarola e tritarle grossolanamente. Scaldare l’olio in un tegame assieme agli spicchi d’aglio e ai filetti d’acciuga. Unire la scarola, l’uvetta, i pinoli, le olive e i capperi. Regolare di sale e peperoncino e cuocere il tutto fino a quando la verdura non si sarà ammorbidita e l’eventuale acqua di cottura evaporata. Far raffreddare completamente.

Prendere la prima pallina d’impasto e stenderla con il mattarello infarinando il piano di lavoro se necessario. Rivestire una tortiera bassa del diametro di 26 cm precedentemente unta con poco olio o rivestita di carta forno. Riempire con il ripieno di scarola. Stendere la seconda palla d’impasto e coprire la pizza di scarola sigillando bene i bordi. Punzecchiare la superficie con una forchetta per far fuoriuscire il vapore in cottura. Spennellare la superficie con poco olio.

Scaldare il forno a 220 °C in modalità ventilato e infornare la pizza di scarola sul ripiano più basso. Cuocere la pizza di scarola per 20 – 30 minuti fino a doratura. Una volta cotta, estrarla dal forno e lasciarla intiepidire prima di servirla a fette.

 

 

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)