Il nuovo modo di leggere Napoli

Alici alla scapece: la ricetta

di / 0 Commenti / 256 Visite / 28 gennaio, 2020

unnamed Le alici alla scapece sono un piatto povero della cucina tradizionale napoletana. Molto facili da preparare, sono molto apprezzate sia come antipasto freddo che come secondo piatto. Un piatto leggero e saporito che piace anche a chi non ama il pesce azzurro che tuttavia non dovrebbe mai mancare nelle abitudini alimentari di chi auspica di seguire una dieta sana ed equilibrata, per le innumerevoli proprietà benefiche.

“Scapece” è un termine che indica una preparazione, prevalentemente di verdure e pesce, utile per la conservazione di cibi, generalmente fritti in precedenza e marinati in una soluzione di erbe aromatiche e spezie varie, aceto e aglio.

Piatto tipico per antonomasia di Cetara, vengono preparate soprattutto il 29 di giugno quando nel borgo si festeggia S.Pietro, protettore e patrono.

Ricco di acidi grassi essenziali quali gli omega 3 e gli omega 6, i cosiddetti salva cuore, il pesce azzurro vanta pochissime calorie. Un motivo in più per servire in tavola questa ricetta davvero gustosa!

INGREDIENTI

  • 1 kg di alice fresche di dimensione media oppure grande
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • farina q.b.
  • aceto di vino bianco q.b.
  • olio evo q.b.
  • olio per friggere

PREPARAZIONE

Pulire le alici privandole della testa e delle interiora. Lavarle ed asciugarle con la carta assorbente. Passare le alici nella farina e friggerle in abbondante olio bollente. Adagiarle su carta assorbente e salare a piacere.

Disporre poi le alici fritte in un piatto da portata. Condirle con olio evo, aceto, aglio a pezzettini, e abbondante prezzemolo fresco tritato.

Lasciar riposare le alici nel loro condimento per qualche ora prima di servire in tavola per permettergli di assorbire maggiore sapore. Ragion per cui si consiglia di preparare la portata il giorno prima.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)