Il nuovo modo di leggere Napoli

Emergenza Covid-19: carabinieri sventano uno stupro, furto negli scavi di Pompei e vendita di cibo in strada

di / 0 Commenti / 286 Visite / 29 marzo, 2020

pompei-scavi-29-03-2020 Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte dei carabinieri del comando provinciale di Napoli, anche e soprattutto per garantire il rispetto delle normative anti-contagio.

I carabinieri della stazione di Varcaturo hanno arrestato per furto aggravato, violenza privata e danneggiamento A.S. 58enne napoletano già noto alle forze dell’ordine.

Ha forzato il cancello di ingresso dell’abitazione di una sua conoscente e preteso di avere un rapporto sessuale. Incassato un rifiuto, il 58enne ha preso a martellate la  porta di ingresso e poi rubato una mini moto e alcuni attrezzi che la donna conservava in giardino.

La vittima nel frattempo ha contattato i carabinieri che hanno bloccato l’uomo mentre caricava nel cofano della sua auto le cose appena trafugate.

Arrestato, è stato poi sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Un giovane ha forzato la recinzione e si è introdotto nel parco archeologico degli scavi di Pompei, ha rubato alcuni frammenti di vasi antichi ed è fuggito.
I carabinieri della locale stazione, allertati da personale di vigilanza, hanno visionato le immagini di videosorveglianza e riconosciuto l’autore del furto: M.J., 25enne del posto già noto alle forze dell’ordine. Dopo il furto – hanno ricostruito i militari – l’uomo è tornato nella sua abitazione ed è lì che sono stati recuperati i reperti poco prima trafugati.
Arrestato per furto aggravato, il 25enne è stato sottoposto ai domiciliari ed è ora in attesa di giudizio.
I frammenti rubati sono stati restituiti alla direzione del parco archeologico.

I carabinieri della tenenza di Ercolano hanno denunciato un 45enne del posto per esercizio abusivo di attività commerciale. In piena emergenza coronavirus l’uomo ha attrezzato un locale al piano terra adiacente alla sua abitazione come un piccolo market alimentare. Vendendo la merce in strada il 45enne ha facilmente attirato l’attenzione dei militari. Privo di qualsivoglia autorizzazione alla vendita di generi alimentari, il negozio è stato chiuso e l’uomo denunciato.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)