Il nuovo modo di leggere Napoli

Convenzione Carabinieri e Poste Italiane: i militari dell’arma consegnano pensione agli over 75

di / 0 Commenti / 50 Visite / 8 aprile, 2020

Automobile carabinieri Questa mattina, i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno consegnato la prima pensione ad un 78enne di Procida. Il comandante della stazione locale ha recuperato la somma presso l’ufficio postale dell’isola e raggiunto l’abitazione del beneficiario per la consegna. A seguire anche a Napoli, nel quartiere Capodimonte, e a Gragnano, i rispettivi Comandanti di Stazione hanno provveduto a fare lo stesso in favore di una 90enne e di un 88enne che non avevano nessuno che potesse ritirare la pensione.

“L’iniziativa” – ha riferito il Generale di Brigata Canio Giuseppe La Gala, Comandante Provinciale di Napoli – “nasce nell’ambito delle misure anti-covid per evitare assembramenti davanti alle poste e anche per salvaguardare persone sole ed anziane da truffe, rapine e scippi. Con orgoglio di Comandante Provinciale ho apprezzato le molte iniziative di solidarietà che, d’iniziativa, di tanti carabinieri sono state poste in essere; ci sono carabinieri che hanno portato medicine a casa di ammalati o chi ha portato viveri a famiglie bisognose. Ci sono stati anche alcuni casi particolari come ad esempio l’esigenza segnalata da alcuni dirigenti scolastici di far consegnare dei tablet agli studenti; e i carabinieri sono andati presso le scuole, hanno ritirato i tablet e li hanno consegnati a casa di studenti per poter consentire il prosieguo delle lezioni in video collegamento, rispettando il distacco sociale imposto dalla normativa anticontagio.
A Ercolano, poi, alcuni bambini, dai balconi, hanno richiamato l’attenzione di una pattuglia dei carabinieri; i carabinieri, commossi dall’affetto con cui si sono rivolti e visto che avevano dichiarato che si stavano annoiando, hanno deciso di comprare alcuni giochi che hanno regalato proprio questa mattina nella loro abitazione. Questi sono gesti molto belli che dimostrano come quello del carabiniere non è una semplice professione, ma una missione: essere al servizio dei cittadini con passione ed immedesimazione per essere sempre vicini alle loro esigenze.”

Poste Italiane e l’Arma dei Carabinieri hanno sottoscritto una convenzione grazie alla quale tutti i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri. Il servizio non potrà essere reso a coloro che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione. L’accordo è parte del più ampio sforzo messo in atto dai due partner istituzionali, ciascuno nel proprio ambito di attività, per contrastare la diffusione del Covid-19 e mitigarne gli effetti, anche mediante l’adozione di misure straordinarie volte ad evitare gli spostamenti fisici delle persone, ed in particolare dei soggetti a maggior rischio, in ogni caso garantendo il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro. L’iniziativa permette anche di tutelare i soggetti beneficiari dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi. In base alla convenzione appena sottoscritta i Carabinieri si recheranno presso gli sportelli degli Uffici Postali per riscuotere le indennità pensionistiche per poi consegnarle al domicilio dei beneficiari che ne abbiano fatto richiesta a Poste Italiane rilasciando un’apposita delega scritta.

I pensionati potranno contattare il numero verde 800 55 66 70 messo a disposizione da Poste o chiamare la più vicina Stazione dei Carabinieri per richiedere maggiori informazioni. La collaborazione è frutto della consapevolezza di entrambi i sottoscrittori di ricoprire un ruolo strategico a sostegno del Paese e conferma la loro vocazione alla prossimità verso i territori e le categorie più fragili.

Il risultato è scaturito dalla capacità dei Carabinieri e degli operatori di Poste Italiane di intercettare i fabbisogni della popolazione e riuscire, grazie alla presenza capillare sia dei Comandi Stazione Carabinieri sia degli Uffici Postali sull’intero territorio nazionale, a fornire un servizio efficace e solidale. L’Arma dei Carabinieri e Poste Italiane continueranno ad assicurare il servizio di erogazione e consegna al domicilio delle pensioni agli ultra settantacinquenni per l’intera durata dell’emergenza Covid-19.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)