Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Coronavirus, De Luca annuncia: “entro due settimane, mascherine obbligatorie in Campania”

by / 0 Comments / 295 View / 10 aprile, 2020

de-luca-3-6 Nel corso di una lunga diretta facebook, il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, nel primo pomeriggio di venerdì 10 aprile, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza coronavirus. 

Tanti i temi toccati da De Luca che ha dedicato ampio spazio alle spiegazioni sulle modalità di erogazione dei fondi istituiti dalla Regione Campania.

Il presidente della Campania ha ribadito il divieto di spostamenti a Pasqua e a Pasquetta: “Bisogna restare a casa nel fine settimana, ci saranno posti di blocco ai caselli e nelle stazioni ferroviarie, per impedire rientri dal nord. Se ci rilassiamo tra due settimane avremo migliaia di nuovi contagi. Bisogna seguire l’esempio del Papa in una piazza San Pietro deserta: è indispensabile vivere i momenti di fede a casa”.

 «Si sta ragionando sulla fase due. – ha dichiarato De Luca – È del tutto evidente che siamo chiamati a fare un altro sacrificio di due settimane, è difficile per tutti ma rischiamo di perdere tutto per una impazienza che sarebbe ingiustificata» precisando che la ripresa non ci sarà quando si avrà la certezza di aver risolto il contagio ma «quando si avrà la certezza che è stato contenuto il contagio cioè è stato bloccato il percorso di crescita delle infezioni, contiamo di a bloccato il percorso di crescita delle infezioni contiamo di arrivare a questo risultato tra fine aprile e inizio maggio. Già a fine mese ad esempio pensiamo all’edilizia che comporta attività lavorativa all’aperto, potremo dare respiro alle attività di manutenzione delle strutture balneari». E poi ci sono «attività alimentari, di produzione di cibo preconfezionato da consegnare a domicilio, alla fine del mese potremo cominciare a far ripartire queste attività».

Entro due settimane mascherine obbligatorie anche in Campania: “Immetteremo nelle famiglie 3 milioni e mezzo di mascherine, una ordinanza le renderà obbligatorie, le distribuiremo gradualmente alle farmacie, ai medici di famiglia, ai Comuni, alla Caritas”. De Luca dice anche che a fine mese potrebbe cominciare la “fase 2”, ovvero “una parziale ripresa delle attività nell’edilizia e la produzione di cibo da consegnare a domicilio”, ma solo a patto “che ci sia il pieno controllo dell’epidemia”. Saranno consentite inoltre ristrutturazioni e manutenzioni negli stabilimenti balneari.

«In queste ore c’è il pericolo rappresentato dai rientri dal Nord. Ci saranno posti di blocco nei caselli autostradali, controlli preventivi nelle stazioni ferroviarie. Dobbiamo impedire – ha spiegato De Luca – che ci venga portata un’onda di contagio che ci metterebbe in difficoltà nelle prossime settimane. I controlli saranno rigorosi, la mobilità non è consentita. Ci sono ammende che vanno da 400 a 4mila euro. Le forze dell’ordine saranno impegnate con grande determinazione, chiunque sarà trovato fuori casa senza motivo sarà sanzionato».

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)