Il nuovo modo di leggere Napoli

Giornale tedesco dedica un servizio al “pizzaiolo social” Errico Porzio

di / 0 Commenti / 127 Visite / 14 aprile, 2020

53027123_401 A consacrare il successo riscosso sui social del maestro pizzaiolo Errico Porzio durante il lockdown, ci pensa un giornale tedesco!

Il notevole seguito riscosso dal pizzaiolo di Soccavo a suon di videotutorial durante il lockdown, conquista un prestigio internazionale grazie al servizio dedicatogli dal quotidiano “Dw.com” che racconta i numeri da record dei video di Porzio.

Un pizzaiolo che come tanti suoi colleghi campani è stato costretto a chiudere le sue attività – ricordiamo che Porzio è titolare di sei pizzerie – vedendosi negare la possibilità di lavorare anche solo per assicurare il servizio di delivery, non autorizzato soltanto in Campania, e che nonostante ciò non si è perso d’animo e si è subito rimboccato le maniche per intrattenere gli italiani, dispensando ricette e consigli, sempre con il sorriso sulle labbra e con quella contagiosa passione che da sempre contraddistingue il suo operato.

Da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus, Porzio ha fatto molto di più che limitarsi a dare qualche ricetta: ha saputo trasmettere ai suoi tantissimi seguaci quei valori sani e genuini che erano passati in sordina, sopraffatti dalla frenetica routine che scandiva la quotidianità, oltre al fiero ottimismo e alla contagiosa allegria che accompagna la preparazione di un buon manicaretto e che culmina in vera e propria gioia, quando si sforna “qualcosa di buono” che abbiamo realizzato con le nostre mani.

Operoso e intraprendente, Porzio ha insegnato agli italiani a non perdersi d’animo: quando la farina e il lievito scarseggiavano sugli scaffali dei supermercati, il pizzaiolo di Soccavo ha mostrato al popolo del web come preparare in casa il lievito madre e quali farine utilizzare, in sostituzione di quelle più gettonate. Dai panini napoletani al casatiello, senza tralasciare il pane homemade, oltre alla graditissima ricetta della pizza, Porzio ha messo a disposizione della collettività tutto quello che aveva, in termini di esperienza, conoscenze, nozioni e non solo. Un atto di generosità tutt’altro che scontato, apprezzato e premiato con un plebiscito di consensi: milioni di persone hanno infatti guardato i suoi tutorial, rilanciandone la già consolidatissima fama di “pizzaiolo social”.

Errico Porzio,  – si legge nell’articolo scritto in inglese – pizzaiolo napoletano e proprietario di sei pizzerie con oltre 60 dipendenti, ha condiviso il suo tutorial sulla pizza sulla sua pagina Facebook, raggiungendo quasi mezzo milione di visualizzazioni in pochi giorni. “Significa che le persone stanno davvero a casa e sentono il bisogno di fare la pizza”, dice.

“Quei proprietari che hanno risparmiato denaro sono in grado di resistere per un mese o due, ma altri sono in gravi difficoltà”, afferma Porzio. Al fine di garantire un reddito per i dipendenti e ridurre l’onere per i proprietari di ristoranti, il governo ha istituito un fondo di integrazione. “Ovviamente a tutti noi manca il fuoco dei nostri forni, ma non possiamo essere la priorità del governo in questo momento.

Per leggere l’intero articolo, clicca qui.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)