Il nuovo modo di leggere Napoli

Sanzioni ed arresti nel napoletano: carabinieri sventano rapina in una farmacia

di / 0 Commenti / 178 Visite / 16 aprile, 2020

marano-pane-16-04-20 Nel comune napoletano di Marano, i carabinieri della locale Stazione hanno scoperto un panificio abusivo creato all’interno di una vecchia masseria. I militari, percorrendo via vallesana, hanno notato un cartello esposto con la scritta “Vendo pane”.

I due proprietari del forno – fratello e sorella di 45 e 50 anni – avevano appena sfornato oltre 70 pagnotte per complessivi 60 chili di prodotti sprovvisti di qualsiasi tipo di autorizzazione amministrativa e sanitaria.

Il forno rudimentale era accanto alla loro abitazione e i due si sono giustificati dicendo che il pane fosse per la loro famiglia, non destinato alla vendita.

Fratello e sorella sono stati denunciati per panificazione abusiva e il forno e un locale adiacente  sequestrati per ulteriori accertamenti edilizi. Il pane – prodotto e conservato in pessime condizioni – è stato controllato dagli ispettori sanitari dell’ASL che ne hanno disposto la distruzione perché potenzialmente dannoso per la salute pubblica.

I carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato per rapina un 43enne del posto già noto alle forze dell’ordine.
Travisato con una mascherina chirurgica e armato di coltello ha minacciato la titolare di una farmacia per farsi consegnare 600 euro, l’incasso raccolto in mattinata. Rintracciato grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza, il rapinatore è stato bloccato dai militari e trovato in possesso di parte della refurtiva.
Il 43enne – già sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria – ha ammesso il suo coinvolgimento nella rapina ed è ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

I carabinieri della sezione radiomobile di Torre Annunziata hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale P.T., 40enne di Torre del Greco già noto alle forze dell’ordine. Durante un posto di controllo, l’uomo imboccava contromano la rotonda nei pressi di C.so Umberto per evitare i controlli. Dopo un breve inseguimento è stato fermato e tratto in arresto. Sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

I carabinieri della Tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato F. D.D. 25 enne del posto per evasione dalla detenzione domiciliare. Sorpreso nel piazzale antistante la propria abitazione con altro soggetto datosi alla fuga, è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo del 17 Aprile scorso.

Questa mattina i Carabinieri della Stazione di Casavatore (Na) hanno dato esecuzione all’ordinanza emessa dal Tribunale di Napoli, che dispone gli arresti domiciliari del pregiudicato Lettieri Pasquale, di anni 47 del luogo.

Il provvedimento emesso dal G.I.P. di Napoli Nord su richiesta della Procura, è frutto degli esiti investigativi raccolti dai Carabinieri della Stazione di Casavatore negli istanti successivi al furto di un computer portatile, consumato dall’arrestato a dicembre dello scorso anno, all’interno della sede  dell’associazione “tribunale di pace”.

L’attività investigativa svolta dai Carabinieri di Casavatore, anche mediante la visione delle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza, ha permesso non solo di identificare il responsabile del furto ma anche di risalire al veicolo utilizzato per la fuga e rinvenire, a seguito di perquisizione domiciliare, gli indumenti utilizzati durante il furto.

Già ai domiciliari per droga ha lasciato la sua abitazione senza autorizzazione ed è stato sorpreso a rubare in un’abitazione una motosega professionale.
A finire in manette, arrestato dai carabinieri della stazione di Marigliano, L.V. 30enne del posto già noto alle ffoo.
Sottoposto nuovamente ai domiciliari è ora in attesa di giudizio.
La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)