Il nuovo modo di leggere Napoli

Trading forex online: come dedicarsi a questa attività “mettendoci la testa”

di / 0 Commenti / 78 Visite / 15 maggio, 2020

trading-online La definizione “giocare in Borsa” è un classico che tutti abbiamo sentito, ma di fatto è un’associazione fuorviante ed errata che porta ad avere un’idea dell’investire in borsa del tutto sbagliata. Non solo perché ci si fa un’immagine errata di chi si dedica a questa attività, ma anche perché poi accade che c’è chi investe senza competenza, prendendolo appunto per un gioco, finendo col perdere tutto.
La Borsa, però, non è la roulette, non è il poker, non la slot machine: il trading forex è un’attività seria che va fatta con impegno e seriamente. Purtroppo anche se questo si ribadisce ad ogni occasione c’è ancora chi lo prende alla leggera con il grave risvolto non solo delle perdite, ma di contribuire a dare del trading un’idea sbagliata.
I problemi maggiori? Il fatto che ci si fida ciecamente di consigli altrui, che non si considerano i fattori di rischio, che in generale si fanno le cose a casaccio poiché si hanno scarse o nulle conoscenze ed informazioni. In qualunque settore s’investa è importante invece avere quantomeno delle nozioni di base, valutare delle strategie e, per ogni investimento, pensare ai pro e ai contro.

Investire “con la testa”

L’unico modo corretto per dedicarsi al trading forex online è quello di essere preparati, competenti o quantomeno “impauriti” dal perdere il proprio denaro. Con quest’ultima affermazione si intende che il trader dovrebbe avere premura di muoversi bene nell’investire in ragione della consapevolezza che potrebbe non andare bene. La presa di coscienza e la valutazione del rischio sono infatti elementi importantissimi per avere successo.
Qualche perdita va messa in conto in tutti i casi visto che gli insuccessi non sono altro, sul percorso per diventare trader esperti, che lezioni. Alla luce di questo non stupisce che, sempre nelle migliori guide sul forex trading, si consigli spesso di fare inizialmente un periodo di investimenti utilizzando le versioni demo offerte dai vari broker: accade anche in questa guida all’investimento, su uno dei portali più rinomati del settore.

Un business serio “per tutti, ma con riserva”

Anche se il forex trading è un’attività innegabilmente complessa sotto certi punti di vista, non bisogna scoraggiarsi perché davvero chiunque può imparare, tutto sta nel trovare il proprio settore, un broker che sia affidabile e serio e essere un po’ portati di natura.
Già se una persona comunque è interessata al settore, di norma avrà un’attitudine naturale. I settori di investimento possono essere diversi: forex, azioni, materie prime, cryptovalute. La cosa migliore sarebbe, tra l’altro, diversificare gli investimenti per avere sempre capitali assicurati. Per quanto riguarda la scelta del broker è fondamentale scegliere bene all’inizio: di cose di cui occuparsi il trader ne avrà già diverse. È il caso, quindi, che non debba anche prestare troppa attenzione al broker.
Per fare trading non servono doti magiche, studi di alto livello, master universitari, ma di certo ci vogliono impegno, dedizione, studio, studio e ancora studio. Molte lezioni relativamente a questa materia verranno naturalmente dall’esperienza che si farà: con le versioni demo, con qualche buco nell’acqua e anche, speriamo, con qualche guadagno.
In tutti i casi il segreto è affrontare ogni singolo investimento, benché piccolo magari, con serietà. Il trading è “per tutti…quelli che hanno voglia di impegnarsi, ci credono e sono disposti ad investire tempo per una formazione di livello”. In questo tipo di attività non si smette mai di imparare e migliorare, quindi non bisogna mai sentirsi arrivati e non va dato mai nulla per scontato. Il giorno che ci si sentirà sicuri al 100% è quello in cui facilmente “si inciamperà” in qualche perdita.

Il trader: quanto conta la psicologia

Nel trading online ci vogliono costanza, sangue freddo e autocontrollo per gestire al meglio lo stress, l’entusiasmo e anche qualche delusione. Può accadere infatti di fare un investimento e guadagnare inaspettatamente molto denaro, così come potrebbe essere che lo si perda. In tutti i casi non bisogna perdere l’autocontrollo: a parole è semplice a dirsi, ovviamente, ma nel momento pratico non è proprio così, le emozioni spesso prendono il sopravvento e fanno la differenza fra perdere o guadagnare, a volte.
È proprio per aiutarsi in questo e per gestire sempre tutto al meglio che si dovrebbe optare per un piano ben organizzato, cioè una tabella di marcia studiata a freddo e dalla quale è opportuno, in linea di massima, non uscire. Tale piano organizzativo sarà strutturato e pensato in modo obiettivo, valutando i rischi. Facendo esperienza, con il tempo, si riusciranno sempre meglio a gestire la propria emotività, la rabbia, l’entusiasmo incontrollato in favore di un’oggettività che caratterizza il trader di successo.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)