Il nuovo modo di leggere Napoli

Strozzapreti alla sorrentina: la ricetta di “Mimmo Il Pastaio”

di / 0 Commenti / 150 Visite / 22 maggio, 2020

maxresdefault Gli strozzapreti alla sorrentina sono un primo piatto semplice e gustosissimo. – esordisce così nell’illustrare una delle più apprezzate ricette del patrimonio gastronomico campano Domenico Scognamiglio, proprietario de “Il Tortellino Pasta Fresca”, rinomato laboratorio di pasta artigianale della periferia orientale di Napoli nel quale da decenni esercita la professione di pastaio, dedicandosi alla produzione di pasta fresca che finisce sulle tavole dei ristoranti e delle catene alberghiere più importanti della Campania –  La ricetta originale della penisola sorrentina sono gli gnocchi alla sorrentina, un piatto che è stato variato in mille modi per essere poi apprezzato sotto forma di pasta fresca “sciolta” o al forno.

Oltre alla versione al forno, viene spesso servita una variante più svelta, che si prepara in meno tempo e che potrete gustare anche quando non avete voglia di accendere il forno, come accade in estate. In questo caso vi basterà condire la pasta con il sugo ben caldo e sciogliere la mozzarella, tagliata a pezzetti molto piccoli, direttamente nella pentola con il sugo ben caldo. La pasta che meglio si presta ad essere preparata con un sugo alla sorrentina è la pasta fresca, soprattutto nei formati scialatiellifusilli e strozzapreti.

Gli strozzapreti alla sorrentina sono un primo piatto veloce da preparare, semplicissimo, che sicuramente vi piacerà e che riuscirete a preparare con maestrìa anche se non siete dei maghi dei fornelli.

PREPARAZIONE
Iniziate a preparare un sugo molto semplice mettendo in una pentola un filo d’olio e la cipolla, lasciate riscaldare ed aggiungete la passata di pomodoro. Mentre lasciate cuocere il sugo, fate bollire l’acqua in una pentola e cuocete gli strozzapreti, scolateli al dente e rimetteteli ancora caldi nella pentola insieme al sugo. Mescolate ed unite parmigiano grattugiato e mozzarella. Continuata a mescolare, finchè la mozzarella e il formaggio non saranno sciolti e servite in tavola ancora caldi.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)