Il nuovo modo di leggere Napoli

Le limitazioni ancora in vigore dopo il 3 giugno

di / 0 Commenti / 468 Visite / 31 maggio, 2020

5187548_1407_seconde_case_ultime_notizie_coronavirus_spostamenti_fase_2 Dal prossimo mercoledì 3 giugno sarà consentito lo spostamento tra le regioni, ma restano in vigore molte altre limitazioni per prevenire il contagio da coronavirus.

Assembramenti e affollamenti vietati anche in casa. Rimane vietato stare troppo vicini all’aperto e nei luoghi pubblici. Anche nelle case è raccomandato non stare affollati.

Così come è ancora da rispettare la distanza di 1 metro dagli altri e di 2 metri quando si svolge attività fisica. Dove non è possibile è obbligatorio indossare la mascherina.

Niente baci e abbracci con chi non è «congiunto»: e anche con i parenti non conviventi (soprattutto anziani) vanno evitati i contatti fisici.

Nei luoghi pubblici, nei negozi, dal parrucchiere e dall’estetista, in aereo e in treno, sui mezzi pubblici e ovunque non sia possibile mantenere la distanza, e in alcuni casi anche all’aperto bisogna sempre indossare la mascherina.

In molti negozi bisogna indossare i guanti che diventano obbligatori quando si acquistano generi alimentari.

Non potremo rifiutare di sottoporci alla misurazione della febbre. Con 37,5 è vietato l’accesso in molti luoghi pubblici, e si può essere segnalati all’autorità sanitaria.

La prenotazione resta obbligatoria per andare in palestra e dal parrucchiere.
Non potremo rifiutare di rilasciare le nostre generalità in quei negozi o ristoranti che lo chiederanno. La misura serve al tracciamento delle persone eventualmente entrate in contatto con «positivi».

Viaggi all’estero solo nei Paesi che accettano gli italiani.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)