Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Claudio Turi è il nuovo presidente dell’Unione giovani commercialisti di Napoli

by / 0 Comments / 46 View / 3 luglio, 2020

claudio-turi-presidente-ugdcec-di-napoliClaudio Turi è il nuovo presidente dell’Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili (Ugdcec) di Napoli. Subentra a Maria Caputo, che resta nella squadra di governo come presidente del Collegio dei Probiviri.

Quarantuno anni, dottore commercialista dal 2008, Turi è dottore di ricerca in imprenditorialità e innovazione. È specializzato nelle attività di consulenza tributaria e societaria.

Al fianco di Turi, nel nuovo consiglio direttivo dell’Unione, sono stati eletti Claudio Sica (vicepresidente), Carolina Rumboldt (segretario), Emanuele Lattanzio (tesoriere) e Erika Capobianco (responsabile delle Commissioni di studio).

Gli altri componenti sono Francesca TummolilloPaolo VitelliAnna FilosaBartolomeo ParrettaLuigi PassanteGiorgia ArgenioGuido SpinielloVincenzo PiccirilloFrancesco RescignoCristiana Ciabatti e Adelaide Rescigno.

Il Collegio dei Probiviri sarà composto da Danilo CasucciDaniele D’AmbrosioMario Ferrara e Pasquale Limatola. Il Collegio dei Revisori da Salvatore Apolito (Presidente), Fabio IodiceMarco IzzoCarmelo Imperatore e Maurizio Coccia.

“In continuità con l’ottimo lavoro portato avanti fino ad ora da Maria Caputo e da tutto il direttivo uscente – afferma il neopresidente Turi -, lavoreremo per rappresentare sempre più un punto di riferimento per i giovani commercialisti napoletani, per favorirne la formazione, l’inserimento nell’attività professionale e incentivare l’aggregazione, lo spirito di amicizia e solidarietà che caratterizza la nostra associazione”, .

“Oggi più che mai – conclude Turi – è necessario unirsi per valorizzare e tutelare la figura del dottore commercialista in tutte le sedi opportune e per far comprendere maggiormente quanto è essenziale il ruolo svolto dai commercialisti a supporto del sistema imprenditoriale del nostro Paese, soprattutto in situazioni di emergenza come quella che stiamo attraversando in questi mesi”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)