Il nuovo modo di leggere Napoli

Cinema e usura in pandemia: la storia di “Per amor vostro” venerdì 7 agosto a “Foqus” Quartieri Spagnoli

di / 0 Commenti / 95 Visite / 6 agosto, 2020

per-amor-vostro-ciak-con-valeria-golinoÈ un film aspro, elegante, sofisticato, che ha illuminato la Mostra del Cinema di Venezia nel 2015. E in quella occasione, l’attrice protagonista Valeria Golino [nel ruolo di Anna Ruotolo] venne premiata con la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile. È Per amor vostro, affresco diretto da Giuseppe Gaudino che in un sapiente equilibrio di bianco e nero e colore elabora una storia attraverso una narrazione sperimentale il cui epicentro è l’usura. “ESTATE a CORTE”, la rassegna che fino al 24 agosto accoglie ogni sera a Foqus lungometraggi, documentari e cortometraggi, abbraccia questo racconto anche alla luce delle recenti conseguenze socio-finanziarie dovute alla pandemia da COVID 19.

 

Lo dice in modo esplicito anche il cineasta Gaudino (autore, in passato, di Giro di lune tra terra e mare, La casa di limoni, Scalamara, Maquilas), che venerdì 7 agosto interverrà nella Corte dell’Arte per dialogare con gli spettatori presenti. “In questo film raccontiamo un tema che ha tutt’ora la sua forte attualità, a Napoli come a Roma, città dove vivo – spiega il regista puteolano – Mi auguro che, guardando il film, gli spettatori comprendano che il silenzio, di fronte a certi fatti, è molto pericoloso. I pericoli sono quotidiani. La realtà ha queste sfaccettature poco felici, ignorarle sarebbe un grave errore da parte di chiunque. Di fronte alle conseguenze del COVID, in cui chi più chi meno si è impoverito, c’è chi ricorre ancora una volta all’usura pur di sopravvivere. Come fosse la reale soluzione. Ma non lo è. È, al contrario, l’anticamera di un capestro molto profondo. E ci cadono anche persone insospettabili. Dovremmo aprire gli occhi a tutti i nostri coinquilini e ai nostri coabitanti”. Al termine della proiezione, con Gaudino, parteciperà al dibattito anche la sceneggiatrice Isabella Sandri.

Visioni e incontri, proiezioni e dialoghi di cinema. Attori, musicisti, registi, critici e appassionati dei lungometraggi e dei documentari si danno appuntamento a Napoli, nei Quartieri Spagnoli, nella CORTE dell’ARTE di FOQUS, via Portacarrese a Montecalvario 69. Dal 7 luglio al 24 agosto 2020, ogni sera dalle 21 (porte aperte dalle 20) i Quartieri Spagnoli offrono, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid 19, un’esperienza di grande cinema: anteprime, film di qualità e d’essai in una Corte del Cinquecento, nel cuore di Napoli. Rassegna di cinema organizzata da FOQUS Fondazione Quartieri Spagnoli, Movies Event e Bronx Film, con la direzione artistica di Pietro Pizzimento, Giuseppe Colella e Fabio Gargano. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Film Commission Regione Campania, Impresa sociale “Con i bambini” e con il sostegno di THEFILMCLUB e MINERVA Pictures e Cattleya. Il progetto ha il patrocinio della II Municipalità.

Fino al 24 agosto (quando la manifestazione lascerà lo schermo alla seconda edizione del Festival di Cinema Spagnolo) ogni sera una proiezione cui spesso si abbina una conversazione con un regista, un musicista, un attore. Tra i prossimi titoli in proiezione: giovedì 6, MARTIN EDEN (Italia/Francia, 2019, 129’) di Pietro Marcello con Luca Marinelli (Coppa Volpi miglior attore alla Mostra del Cinema di Venezia 2019), Jessica Cressy, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi, Carlo Cecchi, Denise Sardisco, Carmen Pommella, Autilia Ranieri, Aniello Arena. Sabato 8, I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA (Francia, 2019, 90’) di Claude Lelouch con  Anouk Aimée, Jean-Louis Trintignant, Monica Bellucci, Marianne Denicourt, Souad Amidou, Antoine Sire, Tess Lauvergne, Vincent Vinel, Laurent Dassault, Françoise Coupel. Presentato fuori concorso al 72° Festival di Cannes (2019). Domenica 9, PICCOLE DONNE (Little Women) (USA, 2019, 135’) di Greta Gerwig con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Timothée Chalamet, Meryl Streep, Laura Dern, James Norton, Bob Odenkirk, Louis Garrel.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)