Il nuovo modo di leggere Napoli

Reggia di Caserta, cavallo utilizzato per il trasporto delle carrozze muore di caldo

di / 0 Commenti / 129 Visite / 12 agosto, 2020

117661760_1781477538672796_7006812066717051866_nUno dei luoghi più belli d’Italia diventa teatro di una delle storie più tristi dell’estate targata 2020. Un cavallo che trainava una botticella destinata ai turisti è crollato a terra, morto molto probabilmente a causa del caldo torrido.

E’ accaduto nel corso della mattinata odierna, mercoledì 12 agosto, complici le temperature roventi. La denuncia è partita sui social, da parte di un turista che ha pubblicato anche le immagini del cavallo tramortito al suolo.

Una vicenda che ha immediatamente destato vive polemiche. Immediata la reazione di Europa Verde:” Denunceremo il titolare della carrozza. E’ qualcosa di vergognoso. Chiediamo ordinanze in tutti i comuni che mettano fine a tutto ciò. Con le condizioni di caldo estremo dei prossimi giorni i cavalli non devono circolare.”
Un terribile episodio si è verificato alla Reggia di Caserta nella giornata del 12 agosto come denunciato da più cittadini.
Uno dei cavalli utilizzando per il trasporto delle carrozze che portano in giro i visitatori è stramazzato al suolo, complice probabilmente il caldo che ha aumentato la stanchezza dell’animale.

“E’ da tempo che denunciamo questo sfruttamento dei cavalli, che ovviamente non avviene soltanto all’interno della Reggia di Caserta. E’ un modo barbaro e vergognoso di utilizzare gli animali. Viviamo in un’era altamente tecnologica e pensare di utilizzare questi poveri animali per il trasporto umano, invece che mezzi moderni ad impatto zero, è qualcosa di anacronistico, surreale ed egoistico. Se noi esseri umani in questo periodo soffriamo molto il caldo figuriamoci che cosa possano provare dei cavalli costretti a trainare carrozze cariche di persone sotto al sole cocente. Denunceremo il gestore della carrozza che ha messo in pericolo la vita di questo animale. Noi chiediamo alle polizie municipali che li dove vige l’ordinanza che vieta la circolazione dei cavalli sopra certe temperature e nelle ore più calde della giornata come a Napoli di farla rispettare mentre dove ancora non è stata prevista bisogna provvedere a metterla, valida sia per le strade che per i parchi ed i monumenti storici. Vigileremo con i nostri volontari per impedire che questi poveri animali vengano fatti circolare in condizioni climatiche critiche” hanno dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e Rita Martone, coportavoce dei Verdi- Europa Verde nel casertano.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)