Il nuovo modo di leggere Napoli

San Giovanni a Teduccio: lite per un cappellino finisce nel sangue. Tre arresti e un fermo

di / 0 Commenti / 496 Visite / 14 agosto, 2020

ef93839a-bronxGli agenti della Squadra Mobile di Napoli e gli agenti del commissariato di Poggioreale hanno chiuso il cerchio intorno alle indagini scattate in seguito ad un episodio avvenuto lo scorso 16 febbraio, nella periferia orientale di Napoli.

Teatro dell’accaduto: via della Bussola, nel rione Bronx di San Giovanni a Teduccio. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti un gruppo di ragazzi avrebbero avvicinato un ragazzo che indossava un cappello, chiedendogli quanto costasse. I quattro non hanno gradito la risposta del giovane e ne è nato un diverbio con il ragazzo e suo padre. Dalle parole ai fatti il passo è stato breve. E’ comparsa una pistola, è stato esploso un colpo che ha ferito una giovane donna di 27 anni che si era affacciata alla finestra per vedere cosa stesse accadendo.

Una vicenda giunta all’epilogo nel corso della mattinata odierna con l’arresto di tre uomini, imparentati tra loro; Gaetano Argentato, 49 anni; Alessandro Argentato, 20 anni e Carmine Argentato di 38 anni, mentre un ragazzo di 17 anni è stato sottoposto a fermo. I quattro sono indiziati di tentato omicidio aggravato e detenzione e porto di arma da fuoco.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori i quattro fermati incontrarono lungo le strade del rione il ragazzo che indossava il cappello e chiesero dove l’avesse comprato. Ma anche quando l’avesse pagato. La risposta del ragazzo non li avrebbe soddisfatti e così iniziò una animata discussione. Insulti e spintoni, poi comparve una pistola dalla quale partirono diversi colpi di pistola in direzione del ragazzo con il berretto e di suo padre. Ma un colpo ferì la 27enne che nel frattempo, sentendo le urla, si era affacciata alla finestra.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)