Il nuovo modo di leggere Napoli

“Scarpariello Salernitano”: la ricetta di Mimmo il Pastaio

di / 0 Commenti / 130 Visite / 22 agosto, 2020

corbarino_scarpariello_raffaele_vitale_particolare_uno_mattina_raiDopo la ricetta della classica “pasta allo scarpariello”, il pastaio Domenico Scognamiglio, titolare del laboratorio di pasta artigianale  “Il tortellino pasta fresca” in via Rossellini a Napoli, è pronto a condividere un’altra gustosissima ricetta, ovvero, la variante salernitana di questo rinomato ed apprezzatissimo piatto della cucina napoletana: lo scarpariello salernitano.

Per la buona riuscita di questo piatto, oltre ad una buona pasta, come: spaghetti, rigatoni, penne o paccheri, è fondamentale utilizzare la pezzentella, una salsiccia tipica del salernitano, fatta con tagli poveri del maiale, molto piccante. Questo tipo di insaccato è noto anche nel territorio flegreo e altre zone della provincia di Napoli. Il termine pezzentella deriva proprio dalla povertà delle carni utilizzate.

Ingredienti

  • 500 g di pomodori pelati o pomodorini freschi (da preferire quelli di Corbara)
  • 1/2 cipolla di Tropea
  • 1 salsiccione salernitano “pezzentella”
  • 3 cucchiai olio evo
  • basilico fresco
  • 400 g di pasta
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • pecorino grattugiato q.b.
  • sale e pepe

Preparazione

In una pentola fate rosolare la cipolla affettata sottile poi unite la salsiccia rosolatela con cura e sfumate con il vino rosso. Unite i pomodori tagliati a pezzetti, salate pepate e lasciate cuocere per una ventina di minuti a fiamma moderata. Unite, se necessario, un paio di mestoli di acqua dopo che avrete messo la pasta a cuocere, in modo che l’amido rilasciato dalla pasta impreziosisca il vostro sughetto.

Cuocete al dente la pasta, scolatela e trasferitela nella pentola con il sugo per ultimare la cottura e mantecare il tutto, aggiungendo il formaggio grattugiato. Alla fine impiattate aggiungendo alla pasta un pezzo di salsiccia e decorando con il basilico e il resto del pecorino.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)