Il nuovo modo di leggere Napoli

Ponticelli, incendio in un locale occupato abusivamente: i poliziotti salvano la vita a una donna incinta

di / 0 Commenti / 1300 Visite / 6 settembre, 2020

polizia-notte-280x222cPoteva tramutarsi in tragedia l’incendio divampato la notte scorsa in un locale abusivo di Ponticelli. A sventare il pericolo, il provvidenziale intervento di una pattuglia della Polizia di Stato del locale commissariato.

Nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre, una volante della polizia impegnata nella consueta attività di controllo e pattugliamento del territorio, è intervenuta in via Rossi Doria, dove era divampato un incendio all’interno di un locale.

In preda alle fiamme, un locale ricavato dalla ex scuola occupata abusivamente di cui diversi media nazionali si sono occupati per documentare lo stato di degrado e di pericolo in cui vivono le famiglie che dimorano in quella sede.

Giunti sul posto, gli agenti del locale commissariato hanno messo in salvo una 35enne incinta, in visibile stato di panico ed agitazione. Condotta all’esterno del locale in cui viveva con il compagno, la donna è stata soccorsa dal personale del 118, immediatamente allertato dagli agenti.

Oltre ai Vigili del Fuoco, intervenuti per sedare le fiamme, sul posto è giunto anche il personale dell’Enel che ha provveduto a mettere in sicurezza il locale. Seppure le cause dell’incendio siano ancora da accertare, l’ipotesi più accreditata è che le fiamme siano state generate da un guasto elettrico.

Il locale, costituito da un solo vano, era alimentato da un allaccio elettrico abusivo e pertanto è stato reso inagibile.

Provvidenziale, dunque, l’intervento degli agenti della polizia di Stato per evitare che l’incendio sfociasse in tragedia: data la temporanea assenza di unità operative di Vigili del fuoco nella più vicina sede di via Virginia Woolf a Ponticelli, gli agenti e la coppia che occupava il  locale abusivamente hanno dovuto attendere l’arrivo dei Vigili del Fuoco dalla stazione di Napoli per sedare le fiamme.

Un episodio che rilancia l’emergenza sicurezza in alcune “zone calde” del quartiere, dove imperversano vani, baracche ed abitazioni di fortuna occupate abusivamente in condizioni igienico-sanitarie precarie ed alimentate da impianti elettrici non a norma, ma che al contempo sottolinea la costante presenza di presidi delle forze dell’ordine a salvaguardia del territorio e pronte ad intervenire per garantire sicurezza ai cittadini.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)