Il nuovo modo di leggere Napoli

“I consigli di Roberto”: caduta dei capelli, cause e rimedi

di / 0 Commenti / 223 Visite / 16 settembre, 2020

whatsapp-image-2020-06-29-at-16-04-40Tantissime donne in questo periodo dell’anno lamentano la vistosa caduta dei capelli, non solo quando si pettinano ma anche nel corso della giornata.

A quante di voi sarà capitato di notare nutrite ceppe di capelli sul pavimento o sul cuscino?

“La caduta dei capelli soprattutto in autunno è un problema che riguarda donne e uomini. – spiega il parrucchiere Roberto Esposito, hairstylist di successo che vanta esperienza e competenze in materia – Le cause sono principalmente stress, capelli rovinati e cambiamenti ormonali: per fortuna i rimedi per la caduta capelli stagionale sono davvero molti, anche naturali. Generalmente tra il mese di Agosto e quello di Settembre il capello conclude il suo ciclo vitale, non cresce più e cade. In estate quindi perderemo più capelli e in inverno meno. Le radiazioni solari estive inoltre, quando sono particolarmente forti e dirette, quando il sole “picchia” per intenderci, provocano la morte cellulare del bulbo pilifero.

Una delle cause comuni che provoca la caduta dei capelli a cui siamo meno attenti è  l’alimentazione. Una dieta non equilibrata e carente dei giusti nutrienti può favorire l’indebolimento dei follicoli piliferi. Un menù assente di proteine, aminoacidi essenziali, vitamina D e minerali come lo zinco, favorisce la caduta dei capelli e ne rallenta la crescita. Bisogna quindi fare molta attenzione alla propria dieta, che sia varia e completa anche per il bene dei capelli.

Anche gli squilibri ormonali incidono sulla caduta dei capelli soprattutto per le donne. La menopausa, la gravidanza, i disturbi alimentari portano squilibri ormonali a livello degli estrogeni che possono favorire la caduta dei capelli.

Determinati farmaci e medicinali possono causare la caduta dei capelli. Alcuni agenti terapeutici possono infatti fungere da interferenza per quanto riguarda il ciclo vitale del capello. In particolare favoriscono la perdita dei capelli i farmaci antivirali, quelli per la cura del colesterolo e dell’acne, i fluidificanti del sangue, gli antidepressivi e i trattamenti chemioterapici.

Forse non tutti sanno che l’inquinamento è una condizione che provoca la perdita dei capelli. Certo abbiamo notato che l’inquinamento peggiora l’aspetto della nostra capigliatura, ma non sospettavamo addirittura la perdita dei capelli. I metalli pesanti e le polveri sottili si depositano sul cuoio capelluto causandone l’infiammazione. Muoiono così i bulbi piliferi e i fibroblasti, per cui i capelli iniziano a cadere.

Sappiamo bene che il fumo fa male e non solo ai polmoni, allo smalto dei denti, alla pelle, ma anche ai capelli. Fumare interferisce con il normale flusso della cir­co­la­zio­ne san­gui­gna creando problemi al DNA dei fol­li­co­li. Ciò favorisce l’incremento del pericolo infiammatorio causando uno squilibrio del tes­su­to epi­der­mi­co, fattore che va a incidere in negativo per quello che riguarda la cre­sci­ta del capel­lo. E questo problema non sussiste esclusivamente per chi fuma, ma anche per chi è a contatto con fumatori passivi. Il fumo, sia attivo che pas­si­vo, provoca l’aumen­to degli ormo­ni maschi­li con il conseguente pericolo di alopecia.

Dopo aver illustrato le cause, passiamo ai rimedi:

Evitare di lavare troppo spesso i capelli. Proprio così, lavare troppo di frequente i capelli può portare a indebolirli e sfibrarli eccessivamente, facilitandone la caduta, soprattutto nei periodi del cambio di stagione, e in particolare in autunno.

Applicare con frequenza impacchi e maschere rinforzanti: un ottimo modo per rafforzare i capelli e limitarne la caduta, soprattutto in occasione dei tanto temuti cambi di stagione. Le maschere rinforzanti infatti, sono indispensabili soprattutto per chi ha capelli molto fini, soggetti a stress e a caduta nell’arco di tutto l’anno, non solo in primavera e in autunno.

Evitare di tenere l’asciugacapelli troppo attaccato alla chioma e utilizzarlo a temperature non troppo elevate. Piuttosto impiegate dieci minuti in più, ma scegliete una temperatura media che non vada a stressare troppo la cute e a rovinare e sfibrare punte e lunghezze.

Per combattere la caduta dei capelli ci si può affidare ai rimedi naturali “della nonna”, che si avvalgono di elementi semplici e naturali, creando degli impacchi efficaci, facilissimi da realizzare ed economici.

  • Una delle maschere rinforzanti più efficaci a questo scopo è quella a base di maionese. È infatti ricca di uova, aceto e olio, tutti elementi che aiutano a indurire il capello, rafforzandolo e limitandone la caduta.
  • Anche gli impacchi all’ortica o al rosmarino sono un ottimo modo per contrastare debolezza e fragilità del capello.
  • Ma sono molti gli alimenti che possono venirci in soccorso per creare maschere e impacchi anti-caduta rinforzanti e nutritivi. Potete scegliere degli impacchi a base di polpa di avocado o papaya, allo yogurt, al miele, al succo di limone o di arancia.
  • Anche lo zenzero, l’olio di cocco, l’aloe vera, l’henné e i semi di lino sono degli ottimi elementi per maschere e impacchi anti-caduta. Nel video che segue, te ne suggeriamo una, perfetta per chi ha capelli sfibrati e devitalizzati, che utilizza olio di semi di lino, argilla bianca e aceto di mele.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)