Il nuovo modo di leggere Napoli

Pasta cozze e mollica: la ricetta di “Mimmo il Pastaio”

di / 0 Commenti / 20 Visite / 16 ottobre, 2020

pastacozze-pangrattatoLa pasta cozze e pangrattato è un primo piatto a base di cozze, insaporito con briciole di pane grattugiato. Un piatto semplice e facile, preparato al momento con cozze fresche e saporite ha veramente un sapore unico.

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta dei piaceri della tavola, guidati da un autorevole esperto in materia: Domenico Scognamiglio, pastaio dall’autorevole e consolidata fama, titolare dello storico e rinomato laboratorio di pasta artigianale “Il Tortellino Pasta Fresca” in via Rosellini a Napoli che da decenni rifornisce i ristoranti e le strutture alberghiere più prestigiose della Campania.

Le varianti di pasta più indicata da abbinare a questo piatto sono i paccheri, ma anche gli spaghetti.

Ingredienti

  • 500 g di cozze
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 20 g di pane grattugiato
  • 160 g di pasta
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

Iniziare dalla pulizia delle cozze. Raschiare la superficie esterna della conchiglia per rimuovere eventuali incrostazioni, staccare il bisso strattonandolo con la lama di un coltello. Riporle in una pentola con dell’acqua e cuocerla a fiamma vivace, attendendo che si aprano. Generalmente occorrono 5-7 minuti. Mescolare di tanto in tanto.

Scolare le cozze a fine cottura, aprirle e staccarle dalle valve, tenendone da parte soltanto qualcuna con la conchiglia per decorare. Filtrare l’acqua di cottura attraverso un colino a maglie fini e lasciarlo riposare in una ciotolina affinché si sedimentino le impurità.

Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle finemente insieme allo spicchio d’aglio spellato.

In una padella con un filo d’olio rosolare, a fiamma media, il trito di aglio e prezzemolo fintanto che non sarà leggermente dorato. Unire le cozze assieme ad un paio di cucchiai del loro liquido di cottura.

Farle insaporire per un paio di minuti, spegnere e coprire.

Mettere dell’olio in un padellino antiaderente, portarlo sul fuoco e quando è caldo mettervi il pangrattato. Farlo dorare mescolando di continuo, quindi metterlo in una ciotolina. Fare attenzione perché tende a bruciare facilmente prendendo così un sapore amaro.

Lessare la pasta in abbondante acqua salata e, poco prima di scolarla, aggiungere mezzo mestolo di acqua di cottura nella padella del condimento, quindi accendere il fuoco.

Saltare la pasta scolata a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto, girando di frequente.

Servire immediatamente cospargendo con il pangrattato e pepe nero appena macinato.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)