Il nuovo modo di leggere Napoli

Non solo chef, ecco i “pizzaioli che valgono di più”

di / 0 Commenti / 241 Visite / 16 ottobre, 2020

Ha fatto subito discutere ed è diventata immediatamente virale la classifica degli chef di maggiore successo. Secondo il Celebrity Chef Credit che ha individuato i cuochi europei di maggior successo, sul gradino più alto del podio c’è l’italiano Massimo Bottura, un primato che lo chef modenese avrebbe conquistato mettendo insieme punteggi per sei diversi parametri: il valore netto del business, le pubblicazioni editoriali, le stelle Michelin ottenute, l’influenza sui social media e la fama televisiva, suddivisa in ben tre voci, fra cui il numero di puntate a cui hanno preso parte, e gli anni di presenza in tv.

Volendo estendere l’esperimento alle pizzerie e ai pizzaioli, servendosi pressoché degli stessi parametri, nella top five dei pizzaioli di maggiore successo troviamo i seguenti “mostri sacri”:

gino-sorbillo

  • Gino Sorbillo: dal cuore del centro storico di Napoli, dove in via dei Tribunali è ormai una vera e propria istituzione, ha conquistato diverse città. Oltre alla storica seda nel cuore del centro storico partenopeo, Sorbillo vanta molti altri locali: Lievito Madre al Mare, sul lungomare di Napoli e Lievito Madre in Duomo, a Milano, oltre a Sorbillo Gourmet, sempre a Milano e il nuovo locale Olio a Crudo, che vuole staccarsi dal suo nome al fine di creare un brand incentrato sulla qualità dell’olio Extravergine di Oliva Italiano. Inoltre, sia a Milano che a Napoli troviamo Zia Esterina Sorbillo, un locale dove gustare un’ottima pizza fritta. Infine, spostandoci oltre oceano, Sorbillo ha aperto un locale a New York, a Little Italy, e lavora al lancio del suo brand anche a Shangai. Per quanto concerne le apparizioni televisive, Gino Sorbillo è sicuramente il pizzaiolo napoletano più celebre del piccolo schermo: da “Domenica In” a “La prova del cuoco”, passando per molti altri programmi di caratura nazionale, il pizzaiolo di via dei tribunali ha conquistato una solida fama che gli assicura un nutrito bacino di follower anche sui social network.

ciro-salvo-con-pizza

  • Ciro Salvo: papà del celeberrimo brand 50 Kalò e ribattezzato il “maestro dell’impasto”, in virtù dei plurimi premi di caratura internazionale conseguiti proprio per questa ragione, Ciro Salvo personifica la terza generazione di un’antica famiglia di pizzaioli. Un marchio che vanta due prestigiose sedi, una a Piazza Sannazaro, nel cuore della movida partenopea, l’altra a Londra, dove dal luglio del 2018 detta legge in materia di pizza napoletana. Numerose anche le apparizioni televisive di prestigio: dal celebre programma di Rai2 “Detto Fatto” al programma di Rete4 “Ricette all’italiana”. Un successo suggellato da migliaia di seguaci che, sia in italiano che in inglese, strizzano l’occhio alle sue pizze.

195435416-1a1386cd-5be1-4603-afb9-dc573b2577ac

  • Francesco Martucci: tra i brand in netta ascesa, una menzione speciale la merita senz’altro “I Masanielli”, una pizzeria che dal casertano continua a collezionare consensi e feedback positivi. La pizza sfornata nella storica sede casertana, di recente definita la migliore pizzeria al mondo dalla prestigiosa classifica 50 top pizza, ha conquistato la ribalta mediatica a suon di prestigiosi riconoscimenti e di recensioni illustri. Un successo esponenziale rilanciato anche dall’enorme seguito riscosso sui social.

3-diego-vitagliano-pizza-al-salmone

  • Diego Vitagliano: classe 1985, il talento e l’estro creativo di questo giovane interprete della nuova generazione di pizzaioli napoletani convergono nella sigla “10 Diego Vitagliano Pizzeria” con sede a Bagnoli e Pozzuoli. La sua pizza trasporta la pizza napoletana nella contemporaneità con una grande ricerca sull’impasto e sulle materie prime. Un concept che ha conquistato ampio spazio tra le pagine delle più autorevoli guide enogastronomiche.

78877599_10215517351551521_2600261797583781888_n

  • Errico Porzio: partito dalla sede di Soccavo, poi “raddoppiata”, la pizzeria Porzio attualmente annovera ben sei locali distribuiti in diverse zone della Campania. Oltre ai due locali di Soccavo, Porzio vanta una pizzeria al Vomero, una focacceria a Soccavo, una pizzeria ad Aversa e quella inaugurata appena due mesi fa a Salerno. Sprezzante dell’emergenza coronavirus, Porzio si appresta a tagliare il nastro della settima pizzeria Porzio, ancora una volta tra i confini della Campania, anche se la location è ancora top secret. Un pizzaiolo che ha conquistato visibilità e successo a suon di video diventati virali sui social network, ragion per cui è stato ribattezzato a furor di popolo “Pizzaiolo social”, Porzio è senza dubbio tra i pizzaioli più amati dal popolo del web. Un successo rilanciato da plurime apparizioni televisive, tra le più recenti la partecipazione al programma di La7 “Mica pizza e fichi”, alla cui base ritroviamo il mix letale tra la spontanea simpatia di Porzio e l’irresistibile bontà delle sue pizze. Autentico urlo di battaglia del pizzaiolo di Soccavo, diventato uno degli hastag più popolari sui social è #saddasapèfa.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)