Il nuovo modo di leggere Napoli

Cosa sono e a che cosa servono i presidi antincendio aziendali

di / 0 Commenti / 135 Visite / 10 dicembre, 2020

antincendio-estintori-padovaOggi il tema della sicurezza sul lavoro è fondamentale, tanto è vero che ogni azienda si deve conformare alle misure contenute nel decreto legislativo 81/2008, il testo unico di riferimento sulle norme della sicurezza sul lavoro.

Ogni azienda con almeno un dipendente deve, di conseguenza, misurare attentamente i rischi che possono essere presenti sul posto di lavoro e stabilire misure di prevenzione e di protezione. Un rischio pressoché presente in ogni ambiente di lavoro è di certo quello di incendio. Di conseguenza è importante che ogni azienda sia dotata di presidi antincendio aziendali che permettono di proteggere sia i dipendenti che i beni aziendali dal rischio incendio.

I presidi devono essere funzionali e sarebbe bene che ogni dipendente fosse addestrato a leggerli, usarli, e sapere come comportarsi in caso di emergenza incendio in azienda.

Ma che cosa intendiamo di preciso con presidi antincendio aziendali? Con questo termine si fa riferimento a tutte le attrezzature che compongono l’impianto anti-incendio aziendale, e che contribuiscono a garantire la sicurezza della struttura e delle persone che ci lavorano.

Fra di essi possiamo annoverare, ad esempio:

  • gli idranti antincendio ed altri come le pompe, gli attacchi, etc.;
  • gli estintori;
  • la cassetta del pronto soccorso;
  • le porte tagliafuoco;
  • i cartelli di sicurezza.

 

Andiamo alla scoperta dei presidi antincendio aziendali e di quelle soluzioni che permettono di proteggere sia l’azienda che i dipendenti dal rischio di incendio.

Non dimentichiamo che la capacità di un’azienda di rispondere ad un evento molto pericoloso come un incendio dipende dalla presenza e dalla integrità (nonché dalla corretta capacità di uso) dei presidi antincendio aziendali: ecco perché sono davvero di fondamentale importanza. L’efficacia dei presidi antincendio aziendali è proporzionale alla capacità dell’azienda di rispondere velocemente ed in modo sicuro, in caso di crisi.

 

I presidi antincendio aziendali: quali sono e come mantenerli

 

Andiamo alla scoperta dei principali presidi aziendali contro il rischio di incendio, la maggioranza dei quali è previsto ed è quindi obbligatorio ai sensi del d.gs. 81/2008 sulle norme in materia di incendi e di sicurezza sul lavoro. Questi presidi non solo devono essere presenti, ma devono anche essere integri e funzionanti: per questo motivo sono sottoposti ad un controllo periodico una, due o più volte all’anno.

 

  • Estintori. Gli estintori sono fra i presidi antincendio aziendali più importanti e siamo abituati ormai a vederli in ogni locale pubblico. Gli estintori sono elementi fondamentali per un’azienda e devono essere controllati periodicamente per garantire che in caso di necessità siano funzionanti.
  • Materiale pompieristico. Si tratta soprattutto degli idranti anti incendio, delle autopompe e dei gruppi di attacchi e via dicendo. Prevedono un controllo annuale ed uno semestrale, sempre volto a garantire che questi presidi antincendio aziendali siano in buona salute, e pronti in caso di necessità.
  • Segnaletica. La segnaletica di sicurezza fa parte dei presidi antincendio aziendali e sono dei cartelli che devono indicare ad esempio il pericolo, le vie di fuga e via dicendo. Non devono essere coperti, sono obbligatori e devono rispettare determinati requisiti dimensionali.
  • Materiale di pronto soccorso. La cassetta del pronto soccorso è presente in azienda per medicazioni e soccorso veloce in caso di urgenza. Va controllata periodicamente per garantire che non manchi il materiale necessario in caso di necessità.
  • Le porte tagliafuoco. Fra i presidi antincendio aziendali più utili per fermare un incendio, queste porte sono create e pensate per resistere alle fiamme per un certo lasso di tempo (diverse ore). Ci sono diverse classi di porte tagliafuoco, con diverse resistenze, e sono una barriera per le fiamme garantendo ai dipendenti la fuga dall’edificio e preservando la struttura aziendale.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)