Il nuovo modo di leggere Napoli

Il rito della preghiera quotidiana nella religione islamica

di / 0 Commenti / 79 Visite / 21 dicembre, 2020

unnamed-2Nella religione islamica la preghiera (salat) è obbligatoria, e rappresenta uno dei cinque pilastri dell’Islam. Per un musulmano il rito della preghiera deve essere osservato cinque volte al giorno, di cui la più importante è quella del mezzogiorno del venerdì.

 

Durante la preghiera, un musulmano si rivolge direttamente ad Allah, cioè a Dio, senza alcun intermediario, in determinati orari, che variano da una località all’altra in relazione alla posizione del sole. Nei paesi in cui l’Islam è più diffuso, ad annunciare l’orario delle preghiere è il muezzin, che si rivolge ai fedeli dal minareto della moschea.

 

La pratica dovrebbe infatti essere quella di pregare in una moschea, tuttavia un musulmano osservante è tenuto a pregare ovunque: al lavoro, in vacanza, all’aperto, perfino in strada, qualora il luogo sia decoroso e adatto all’adorazione di Dio. In genere, la preghiera viene recitata su un tappeto, rivolgendosi verso la Mecca.

 

Come abbiamo detto, l’orario delle cinque preghiere quotidiane varia in relazione alla posizione geografica e al periodo dell’anno: questo significa che la preghiera Napoli avviene in determinati orari differenti, ad esempio, da una città del nord Italia.

 

La regola islamica richiede comunque che le cinque preghiere siano distribuite nelle 24 ore in maniera tale che la prima (Fadjr) sia all’alba, la seconda (Dohur) a mezzogiorno, la terza (Asr) verso metà pomeriggio, la quarta (Maghrib) al tramonto e la quinta (Ichaa) a sera inoltrata.

 

Le cinque salat quotidiane sono un dovere per ogni musulmano

 

La preghiera quotidiana è il secondo pilastro dell’Islam, la cui finalità è quella di adorare Allah. Durante le cinque preghiere quotidiane, i musulmani non si rivolgono a Dio per ottenere qualcosa, ma semplicemente per adorarlo, poiché questo è, secondo la religione, il senso della vita umana.

 

Nel momento in cui si rivolge alla Mecca per pregare, un musulmano si unisce spiritualmente a tutti gli altri che, in ogni parte del mondo, stanno osservando la stessa regola. È un momento determinante, in cui si entra in comunicazione con Allah, per questo è molto importante non distrarsi, lasciare da parte ogni genere di preoccupazione e dedicarsi solo all’adorazione e alla preghiera.

 

Come conoscere gli orari precisi per la preghiera

 

In un paese dove l’Islam rappresenta la religione principale, i musulmani si recano a pregare nella moschea, richiamati dal muezzin. Negli altri paesi, o comunque per chi si trova in viaggio o non ha modo di raggiungere una moschea, la soluzione per conoscere gli orari della preghiera dei musulmani è quella di verificarli online.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)