Il nuovo modo di leggere Napoli

Operazioni anti-droga dei carabinieri a Napoli e provincia, 9 persone arrestate in due giorni

di / 0 Commenti / 82 Visite / 14 gennaio, 2021

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Continua senza sosta l’attività dei Carabinieri del  Comando Provinciale di Napoli nel contrasto al traffico di stupefacenti.  In due giorni sono state arrestate 9 persone, in città e in provincia.

A Napoli, nel quartiere Scampia i militari del nucleo radiomobile hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Paolo Agliata, 46enne di Calvizzano già noto alle forze dell’ordine. Controllato nei pressi della vela “gialla” dopo una breve fuga, è stato trovato in possesso di 4 dosi di eroina e 3 di cocaina. La droga era nascosta nei pantaloni; nelle sue tasche 140 euro in contante ritenuto provento illecito. Agliata è stato ristretto in camera di sicurezza in attesa di giudizio. Ancora a Scampia, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato Diego Mazzarella, 33enne di Villaricca già noto alle forze dell’ordine. Dovrà rispondere di spaccio di stupefacenti perché sorpreso mentre cedeva bustine di marijuana a clienti poi segnalati alla Prefettura. Nelle sue disponibilità 7 stecchette di hashish e 80 euro in contante ritenuto provento illecito.  Negli spazi attorno al luogo dello spaccio i militari hanno rinvenuto altre 17 dosi di hashish e 6 di marijuana. Il 33enne è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio Alfonso Rosanova, 55enne di Sant’Antonio Abate, arrestato dai Carabinieri della locale stazione. Durante una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 875 grammi di marijuana e 170 euro in contante, verosimilmente frutto dell’attività di spaccio. Sotto sequestro anche materiale vario per il confezionamento. Rosanova è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Rimanendo nell’area stabiese, i carabinieri della sezione operativa locale hanno sequestrato 3 involucri contenenti complessivamente 58 grammi di cocaina. La droga era occultata in una cassetta di contatori elettrici all’interno del rione “Moscarella”.

I militari della stazione di Palma Campania hanno arrestato per spaccio di stupefacenti Ernesto Nunziata, 48enne del posto, già noto alle forze dell’ordine.  Durante una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 15 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento e 85 euro in banconote di piccolo taglio. E’ ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

Arresti eseguiti anche nei giorni precedenti a Capodimonte, Rione Traiano e Soccavo.

Nel primo caso un 21enne è stato arrestato perché nel suo camper deteneva per lo spaccio 124 grammi di anfetamina, 1 panetto di hashish di 62 grammi circa, 54,8 grammi di ketamina (un anestetico utilizzato come droga per gli effetti allucinogenici), 6 di marijuana, 1 carica di acido, 1 pasticca di ecstasy. Due, invece, le persone finite in manette nel Rione Traiano. Erano in via Tertulliano e quando si sono resi conto dell’arrivo dei carabinieri del nucleo radiomobile  si sono disfatti della droga occultandola in un tubo che si collegava al retro dello stabile: un “basso” già sotto sequestro per attività pregresse di spaccio

La sostanza è stata recuperata: 3 bustine di hashish e 1 dose di cocaina.

In Via Anco Marzio, nel quartiere Soccavo, due coniugi, Andrea Silvestro ed Emanuela Rampone sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Bagnoli perché nella loro abitazione sono stati rinvenuti 11 grammi di cocaina e 5 di hashish.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)