Il nuovo modo di leggere Napoli

Spostato al 1° ottobre 2021 il termine dell’obbligo d’invio file XML in versione 7.0

di / 0 Commenti / 394 Visite / 31 marzo, 2021

122282655_3282441265124524_5349103059188263111_n-1Con il Provvedimento dell’Agenzia delle entrate n. 83884 del 30 marzo 2021, è stato spostato dal 1° aprile 2021 al 1° ottobre 2021 il termine dell’obbligo per gli esercenti di inviare il file XML dei corrispettivi giornalieri utilizzando esclusivamente il tracciato versione 7.0 e del conseguente termine di adeguamento dei Registratori telematici.

Ne consegue, quindi, che fino al 30 settembre 2021 gli esercenti potranno continuare ad inviare all’Agenzia delle entrate il file XML dei corrispettivi giornalieri nel tracciato in versione 6.0, ovvero in versione 7.0 qualora il dispositivo da essi utilizzato sia già stato a tal fine adeguato.

La proroga al 1° ottobre 2021, con la quale l’Agenzia delle entrate ha recepito le richieste provenienti dalle associazioni di categoria ed ha tenuto conto delle difficoltà conseguenti al perdurare della situazione emergenziale provocata dal Covid-19, è stata resa possibile in considerazione del fatto che l’art.1, comma 10, del Decreto Legge 23 marzo 2021, n. 41 (c.d. decreto “Sostegni”) ha prorogato di un anno il termine entro cui l’Agenzia delle entrate deve mettere a disposizione dei soggetti passivi dell’IVA, in particolare, la bozza della dichiarazione IVA (c.d. dichiarazione IVA “precompilata”).

Con il medesimo Provvedimento n. 83884 del 30 marzo 2021 è stato inoltre adeguato al 30 settembre 2021 il termine entro il quale i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate.

Ricordiamo agli esercenti che ancora non lo hanno fatto di aggiornare il registratore di cassa o di acquistare un registratore di cassa telematico.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)