Il nuovo modo di leggere Napoli

Napoli: controlli a tappeto dei carabinieri, pistola e proiettili rinvenuti in bussolotto per uova di Pasqua

di / 0 Commenti / 210 Visite / 9 aprile, 2021

Su disposizione del comando provinciale di Napoli, i carabinieri della compagnia Napoli centro hanno setacciato le strade dei Quartieri Spagnoli e del centro storico. Massimo l’impegno profuso dai militari dell’arma che durante i controlli di verifica del rispetto delle normative per il contenimento del fenomeno epidemiologico, sono stati impegnati anche in perquisizioni alla ricerca di armi e droga e nel contrasto ai reati predatori.

108 i cittadini identificati e 73 i veicoli controllati, 32 le sanzioni anti-covid, destinatari delle sanzioni i cittadini che non indossavano i previsti dispositivi di protezione o che erano residenti in altri comuni.

Durante le operazioni, i carabinieri hanno presidiato i quartieri spagnoli. Rinvenuta e sequestrata una pistola calibro 6,35 con canna modificata e matricola abrasa. I Carabinieri sono intervenuti all’alba in un’area condominiale di un palazzo in vico storto della concordia. L’arma, pronta all’uso e con 12 proiettili, era tra vari rifiuti edili nascosta in un bussolotto, generalmente utilizzato per le “soprese” delle uova di pasqua, avvolto in una busta.

quartieri-spagnoli-pistola_1

I militari dell’arma sono stati impegnati anche nei controlli delle attività commerciali. La stazione San Giuseppe ha monitorato la posizione di un 33enne di Casalnuovo di Napoli sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo aveva ottenuto la possibilità di lavorare presso un panificio in via Francesco Saverio Correa. I militari, insieme a quelli del nucleo ispettorato del lavoro partenopeo, hanno trovato il 33enne mentre lavorava nel previsto panificio, seppure non fosse mai stato assunto. Irregolari anche altre 3 persone, tra l’altro percettori del reddito di cittadinanza. Per la titolare, denunciata a piede libero, sono scattate le previste sanzioni amministrative e penali per un totale di 93mila e 725 euro. L’attività è stata sospesa in base alle normative anti-covid.

I Carabinieri hanno poi arrestato, in esecuzione di un provvedimento emesso dal tribunale di Napoli, Enrico Piciocchi, 47enne del quartiere Chiaia già noto alle forze dell’ordine. I militari hanno segnalato all’autorità giudiziaria diverse violazioni commesse dall’uomo durante il periodo trascorso agli arresti domiciliari a cui era sottoposto. Il tribunale ha emesso il provvedimento di carcerazione ed è ora in carcere.

Denunciato per guida senza patente e false dichiarazioni a un pubblico ufficiale un ragazzo fermato alla guida di un’auto in viale Antonio Dohrn. Non aveva mai conseguito la patente e per eludere la sanzione ha fornito ai militari delle generalità false.

Nel corso dei controlli sono stati segnalati alla prefettura anche 4 ragazzi quali assuntori di sostanza stupefacente. I Carabinieri li hanno sorpresi in largo San Giovanni Maggiore: per loro, oltre alla segnalazione in prefettura, anche le sanzioni anti-contagio.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)