I ricercatori mettono in guardia soprattutto contro l’aumento del rischio di ospedalizzazione tra le persone non vaccinate o parzialmente vaccinate. Lo studio potrebbe aiutare a spiegare perché i ricoveri negli Stati Uniti sono più di 100mila nell’ondata causata dalla Delta rispetto alla terza ondata, quando non c’erano vaccinazioni, e la più alta percentuale di bambini che vengono ricoverati. Ricordiamo che la variante Delta induce nelle prime vie aeree una alla precedente variante Alfa, una carica capace di provocare malattia nei polmoni, ma che viene bloccata dall’effetto delle vaccinazioni. Gli anticorpi indotti dall’immunizzazione, infatti, iniziano la loro azione all’interno del corpo a livello polmonare e ci mettono più tempo a offrire protezione a livello delle vie aeree di naso e bocca, ecco perché i vaccini sono meno efficaci rispetto alla contagiosità, ma lo sono molto bene rispetto alla malattia da Covid. I vaccini sono estremamente efficaci contro l’ospedalizzazione per entrambe le varianti.