Il nuovo modo di leggere Napoli

Fedeli urlano al miracolo nel beneventano: “Il volto di Padre Pio apparso sul portone di un’abitazione”

di / 0 Commenti / 147 Visite / 12 settembre, 2017

1505229134-sadasdaGran fermento a Ginestra degli Schiavoni, piccolo centro del Beneventano, dove i fedeli scorgono il volto di San Pio su un vecchio portone in legno di un’abitazione nel centro storico, a pochi metri da una statua del frate di Pietrelcina. La notizia si è diffusa rapidamente ed è diventata subito virale.
Si tratta di una porta posta a fianco di una statua di padre Pio, proclamato santo nel 2002 da Giovanni Paolo II. Il frate di Pietralcina è stato sin da vivo molto venerato dai fedeli, anche per le sue capacità curative e miracolose.
In pochi giorni infatti il paese è diventato subito meta di pellegrinaggi. E oggi le autorità hanno recintato la zona, per evitare che la gente si avvicini troppo alla porta e per evitare il via vai di fedeli che si avvicinavano, la toccavano, alcuni la baciavano. Il sindaco Zaccaria Spina stesso è testimone di quanto accaduto: “Stando vicino al portone non si nota nulla, ma basta allontanarsi ed ecco che appare con nitidezza il volto di San Pio. Il volto è il suo, è una cosa che è assolutamente fuori discussione – spiega all’Adnkronos – è bellissimo, stupendo, perfetto. Da pochi centimetri non si nota, ma allontanandosi diventa sempre più nitido. E’ senza dubbio il volto di Padre Pio”.

I primi ad aver visto l’immagine del santo sono stati due giovani, che hanno chiamato a raccolta tutti i compaesani. Altri, adesso, giurano di aver visto anche il volto di Gesù Cristo, poco più in alto rispetto a padre Pio. Qualcuno solleva dubbi, sostenendo sia tutto frutto delle forti piogge che in questi giorni si sono abbattuti sulla Campania.
Ovviamente per certificare il miracolo occorre l’imprimatur della Chiesa che al momento ha congelato la questione con un laconico “no comment”. Tuttavia, il clamore e il fervore che la notizia sta suscitando potrebbero indurre le autorità ecclesiastiche ad inviare un ispettore per verificare quanto successo.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)