Il nuovo modo di leggere Napoli

Sabato 16 settembre: con la “Lampadoforia” rivive al Neapoli greco-romana nel cuore della città

di / 0 Commenti / 66 Visite / 13 settembre, 2017

locandinadefDopo il successo della scorsa edizione, ritorna Sabato 16 settembre, nel Centro Antico di Napoli, organizzata dall’Associazione “I Sedili di Napoli-Onlus”, la “Lampadoforia”; l’antichissima “festa” nata per onorare la Sirena Parthenope, nume tutelare della Città e per commemorarne la Fondazione del V Secolo a.C. La Lampadoforia era una corsa lanciata con le fiaccole che si correva in onore della Sirena alla quale partecipavano i giovani delle 12 “Fratrie” Neapolitane. Le Fratrie erano le “Amministrazioni” di zona che governavano la Città e che amministravano anche i riti religiosi. Agli albori del Medioevo, alle Fratrie si sostituirono nella stessa funzione poi i “Sedili” che rimasero in vita fino al 1806. Abbiamo voluto – dichiara Giuseppe Serroni, Presidente dell’Associazione I Sedili di Napoli- recuperare le memorie storiche e culturali della nostra Città per farle conoscere dalle nuove generazioni e per far meglio comprendere a tutti i motivi della “particolarità” di questa Città.

Alla Lampadoforia 2017, partecipano numerose associazioni di rievocazione storica, alcune provenienti appositamente dalla Grecia e da altre Città della Magna Grecia. Tre le emittenti televisive più importanti che dalla Grecia saranno al seguito dei rievocatori: “Estia TV”; “Mad” e “Teledrom” che trasmetteranno in diretta tutti i momenti della prima Grande Festa Ellenica dell’Era Moderna, unitamente a “Radio Amore Campania” per la diffusione audio dell’evento.

Il ricco programma prevede: dalle ore 11 e fino alle ore 13, nella Sala Sisto V del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore: “La Voce di Parthenope, sonorità dal Mondo Antico” un interessante “confronto” musicale tra Grecia e Roma con il gruppo ateniese “Lyravlos” e quello romano “Lvdi Scaenici” con la partecipazione delle danzatrici ateniesi del Gruppo di Studi di Orchide Antico “Orchesis” del Teatro Dora Stratou” e con Romeo Barbaro, noto musicologo partenopeo. Eventuali interventi dei Sindaci Greci e Magno-greci invitati. Dalle 15:30 alle 17:00 in Piazza San Gaetano, animazioni, teatralizzazione, danze e combattimenti in costume greco e romano; Visita guidata gratuita nella “Neapolis nascosta” a cura dell’Associazione “Il Vaporetto.com”.

Alle ore 17:15, in Piazza S. Andrea delle Dame a Caponapoli, l’accensione rituale greca delle fiaccole che poi animeranno la Corsa della Lampadoforia. Alle 17:30 “rituale romano” di avvio in Piazza San Gaetano e partenza del Grande Corteo di rievocazione con oltre 200 rievocatori in abiti greci e romani con tanti Opliti e Legionari, la “Sirena Parthenope” aprirà il corteo che si snoderà nei “Decumani” fino al ritorno in piazza San Gaetano alle ore 19 dove si assisterà alla rievocazione storica del trattato di Pace tra Neapolis e Roma sottoscritto del 327 a.C. che sancì l’autonomia della Città ed il mantenimento della Tradizione e della Lingua greca. Testi di Enzo Di Paoli. Subito dopo la Grande Corsa con le Fiaccole che toccherà le tre “Plateiai” oggi conosciute come “Decumani” Al termine la premiazione con il “palladio” della Sirena Parthenope offerto dalla storica Bottega di Arte Presepiale “Giuseppe e Marco Ferrigno”.

La Lampadoforia è un evento senza scopo di lucro finalizzato al sostegno del progetto di restauro conservativo delle pietre di spoglio dell’Associazione I Sedili di Napoli: “Sembrano pietre ma sono Radici”. Record di adesioni che, per l’edizione 2017, si avvale anche della collaborazione del “Parco Archeologico di Paestum” in virtù del progetto da questo condiviso con l’IIS Cenni Marconi di Vallo della Lucania “La Veste di Hera”.

L’evento è inoltre condiviso dalla “Società Filellenica Italiana” e dalle Comunità Elleniche di Napoli e Taranto, con i Rievocatori Storici di: “Simmachia Ellenon”; “I Cavalieri de li Terre Tarentine”; “Ninuphar Eventi”; “Gruppo Storico Oplontino”; “Civiltà Romana”; “Legio Secvnda Parthica”; “Lvdi Scaenici”; “Cvultvs Deorvm Ostia Antica”; “Legio I Adiutrix” “Compagnia Magnogreca di Taras” e “ Ikkos Atleti Taranto” nonché dalla Grecia ancora: “Koribantes” e “Arex Anas”. Tantissime le collaborazioni; i Comuni Greci di Tripoli, Gortynia e Trikala, nonché quello di Castelnuovo Cilento; il Comitato Italiano CONI Fairplay; Identita’ Insorgenti; le Associazioni “Radici” e “RAM” e per la Grecia: la “Comunità Greca Tetrakis”; “Hellenic Euroasiatic Alliance”; “Elliniki Kosmokratoria”; “Magna Grecia – Dogas”; “Magna Grecia Commonwealth”. La manifestazione che si candida a diventare la principale Rievocazione Storica annuale della Città di Napoli, gode del patrocinio Morale di Regione Campania e Comune di Napoli. Si ringrazia l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, per la condivisone del progetto e per il fondamentale sostegno profuso per la migliore riuscita di questo grande evento.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)