Il nuovo modo di leggere Napoli

Sabato 30 maggio, SpaceX ci riprova: ennesimo appuntamento con un attesissimo momento storico

di / 0 Commenti / 59 Visite / 30 maggio, 2020

23253619 Le condizioni climatiche avverse hanno rinviato l’appuntamento con la storia, inizialmente in programma lo scorso mercoledì 27 maggio. 

La Nasa e SpaceX ci riprovano. Sabato 30 maggio è in programma il lancio della Crew Dragon, la navetta della compagnia spaziale di Elon Musk – numero uno di Tesla – che dovrebbe riportare gli aeronauti americani in orbita partendo dal suolo americano e con un razzo tutto made in Usa.

Il lancio, inizialmente programmato per mercoledì 27 maggio, è fallito a pochi minuti dalla partenza a causa del maltempo, lasciando l’amaro in bocca agli osservatori di tutto il mondo. “Inevitabile”, hanno commentato in molti: per effettuare un lancio le condizioni devono essere perfette e il 27 maggio i valori dei campi elettrici in superficie e delle formazioni di cumulonembo sulla zona del lancio e il pericolo fulmini avrebbero messo a serio rischio la buona riuscita dell’operazione che è stata dunque riprogrammata per le 21.22 (ora italiana) di sabato 30 maggio.

Flickr Nasa Kennedy

Sarà un momento storico. Non solo perché dopo nove anni gli Usa potrebbero finalmente mettere fine al monopolio dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, ma anche e soprattutto per che quello di sabato sarà il primo lancio ad essere gestito da una compagnia spaziale privata, la SpaceX, che per la prima volta nella sua (recente) storia porterà degli uomini a bordo dei propri razzi. In caso di buona riuscita, quest’operazione potrebbe mutare radicalmente il futuro dei viaggi aerospaziali mondiali.

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)