Il nuovo modo di leggere Napoli

Italiani e risparmio, sempre più soldi sui conti correnti

di / 0 Commenti / 59 Visite / 24 febbraio, 2021

a849149d-b00f-4e1b-9d91-550184eefcff-755x491Il momento di incertezza dovuto alla crisi da Covid-19 ha minato le certezze di tantissime famiglie italiane che hanno ripreso a fare pieno affidamento sul risparmio privato, cambiando le proprie abitudini anche da questo punto di vista.

Tutto ciò si è tradotto in un maggiore afflusso di somme di denaro sui conti correnti, che continuano a crescere e gonfiarsi.

Per capire da vicino la portata del fenomeno è utile riportare alcuni dati diramati dalla Banca d’Italia che ha dichiarato che nel 2020 la liquidità sui conti correnti è aumentata di ben 32 miliardi, arrivando a una cifra molto vicina ai 2 miliardi di euro. Una crescita del 3,4% che si è registrata durante i primi 9 mesi dell’anno da poco concluso.

Il fenomeno riguarda soprattutto le province minori, mentre nelle grandi città la situazione è invariata anche a causa del costo della vita più elevato che non permette di risparmiare come a RagusaLuccaSassari. 

Tanto risparmio, dunque, ma anche poca consapevolezza di quella che è la corretta gestione del denaro accantonato. Un vero problema, dato che un grande difetto del conto corrente è quello di erodere i risparmi pian piano ma in maniera costante a causa dei costi di gestione. Sarebbe opportuno capire, quindi, come investire i risparmi in modo tale da ricavarne un rendimento.

Ora come ora gli italiani sono sempre più propensi ad affrontare l’argomento investimenti che, fino a qualche anno fa, era un po’ un tabù. Attenzione, però, alle scelte azzardate.

Per investire oggi serve consapevolezza. Bisogna conoscere il mondo degli investimenti, grazie anche all’aiuto di professionisti e di realtà come Affari Miei diventati nel corso degli anni una pietra miliare del settore.

In questo modo sarà semplice capire che dietro a un investimento non ci sono solo i profitti ma anche dei rischi. Bisogna sempre ricordare che a maggiori profitti corrispondono maggiori rischi.

Questa è senza dubbio una regola che va tenuta sempre a mente, soprattutto quando si sceglie come investire i propri risparmi. Chi non desidera o non è pronto assumersi il rischio di un investimento ad alto rendimento, dovrà avere la possibilità di conoscere tutti gli strumenti a basso e medio rischio come i titoli di Stato, i BFP e così via.

Quello che conta è imparare a gestire i risparmi in maniera alternativa e di certo più proficua, così che costi di gestione e inflazione non vadano a erodere giorno dopo giorno il denaro messo da parte.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)