Il nuovo modo di leggere Napoli

Iniziare una nuova carriera come persona disabile in Italia: cosa c’è da sapere?

di / 0 Commenti / 37 Visite / 12 maggio, 2021

pexels-marcus-aurelius-4064172-1Iniziare una nuova carriera come disabile in Italia può essere impegnativo. Questa difficoltà potrebbe essere dovuta alle scarse opportunità di mercato, alla cultura delle aziende che tende ad essere poco inclusiva con le categorie fragili. Alcuni limiti vi sono anche sulla possibilità di accessibilità e sulle lacune del sistema di trasporto che spesso costringe i disabili a prevedere dei sistemi di trasporto privati per chi ha scarsa mobilità.

 

Secondo l’Istat i disabili in Italia sono 3,1 milioni: parliamo di circa il 5,2% della popolazione italiana. Facendo un’analisi sui territori, la maggior parte delle persone che hanno delle disabilità si trivano in Umbria (8,7% ), Sardegna (7,3%) e Sicilia (6%). Parliamo di una percentuale di disabili pari al 60% di donne. Andando calcolare tutti i tipi di disabilità, anche quelle non gravi il numero sale a 12,8 milioni di persone. Ma qual è l’impatto della stabilità della disabilità sulla vita sociale, sul lavoro e sull’istruzione? Ad oggi, sono stati fatti molti passi in avanti, ma il mondo del lavoro in particolare, presenta ancora una serie di problematiche difficili da superare.

Quali sono i fattori più impegnativi affrontati dalle persone con disabilità nel mercato del lavoro?

Le persone con disabilità devono affrontare molte sfide sul luogo di lavoro. Innanzitutto, devono fare in modo che gli altri non li vedano solo per i loro problemi di tipo fisico. Poi, vi è una difficoltà oggettiva che invece, riguarda la necessità di che siano previsti all’interno dell’ufficio e dello studio, tutta una serie di strumenti, in modo tale da migliorare l’efficienza del lavoratore. In più, coloro che soffrono disabilità e vogliono iniziare una carriera nel mondo del lavoro, spesso in Italia hanno dei problemi a raggiungere fisicamente il luogo di lavoro. Infatti, vi sono dei lacune di accessibilità ma anche sui trasporti. Non è un caso infatti, che molti decidono di scegliere dei trasporti privati che sono talvolta l’unico sistema per raggiungere l’ufficio. Queste sono solo alcune delle sfide che i disabili si trovano a dover affrontare!

Quali sono le migliori soluzioni per superare questi limiti?

Per superare tutte le problematiche che un disabile può trovare sul luogo di lavoro, è innanzitutto necessario che si instauri un rapporto di confronto leale e collaborazione con il datore di lavoro. Le persone che hanno difficoltà di tipo fisico e vogliono intraprendere una carriera, innanzitutto devono essere messe in condizioni di farlo.

 

Il datore di lavoro deve essere pronto ad ascoltare ogni singola richiesta. Qualora poi ci siano delle problematiche da risolvere legate invece, ad infrastrutture o trasporti, è bene prevedere delle specifiche richieste agli enti competenti o altrimenti provvedere da soli. Infatti, nel caso dei trasporti scegliere di puntare su una nuova realtà, ovvero sui trasporti privati per disabili, può essere sicuramente un ottimo sistema per raggiungere il luogo di lavoro superando molte difficoltà. Gli incentivi fiscali aiuteranno in tal senso.

I limiti da superare

Inutile negarlo: in Italia ci sono ancora molti limiti per chi ha disabilità e vuole cercare di crearsi una propria carriera professionale. La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, infatti, già qualche anno fa ha condannato l’Italia perché non ha applicato in modo adeguato i principi dell’UE quando si parla di diritto al lavoro dei disabili. Ad oggi, soprattutto è stata stigmatizzata la mancata accessibilità ai mezzi pubblici, tant’è che l’Italia sotto questo aspetto, nel 2014 è stata anche messa in mora. E’ evidente quindi che bisognerà fare di più!

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)