Il nuovo modo di leggere Napoli

Arte e cultura all’ombra del Vesuvio: nasce “Vesuviando”

di / 0 Commenti / 184 Visite / 10 agosto, 2014

golfo_di_napoli_e_VesuvioIn un paese come l’Italia, dove quando si parla di promozione e valorizzazione dei beni culturali, si pensa ai grandi attrattori culturali, cioè a quei monumenti in grado già da soli di richiamare visitatori da ogni parte del mondo, è doveroso pubblicizzare quelle manifestazioni che intendono promuovere invece quei beni del nostro patrimonio culturale spesso dimenticati.

 

E’ per questo che vi segnaliamo con piacere la nascita di un importante progetto di riscoperta artistica e culturale, promosso da cinque importanti comuni del vesuviano, quali San Giuseppe Vesuviano (ente capofila), Pompei, Ercolano, Ottaviano e Trecase, oltre che dall’Osservatorio Vesuviano Sezione di Napoli e l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.

 
La manifestazione, intitolata Vesuviando, abbraccia un vasto periodo temporale ed avrà tappe programmate tra l’agosto e il dicembre di quest’anno.

 

Obiettivo del progetto, finanziato con fondi Fesr 2007/2013 erogati dalla Regione Campania, sarà la valorizzazione delle attrattive e delle eccellenze dislocate nei cinque comuni sopra citati, facendo conoscere e riscoprire ai visitatori bellezze come la Basilica di Santa Maria a Pugliano di Ercolano, il Castello Baronale di Ottaviano, il Santuario di San Giuseppe dei Giuseppini del Murialdo di San Giuseppe Vesuviano, o la Villa Comunale di Trecase, da poco riqualificata.

 
Sono queste soltanto alcune delle eccellenze storico-architettoniche unite dal filo immaginario tracciato da Vesuviando, che con l’ausilio di spettacoli ed eventi culturali si propone di far risplendere queste “eccellenze nascoste”. A questi eventi sono previste le partecipazioni di artisti di caratura nazionale come Gianluca Capozzi, Lino Barbieri, Enzo Avitabile, Michele Zarrillo, Maurizio Casagrande e i Matia Bazar.

 
Non mancheranno proiezioni multimediali di filmati di eruzioni storiche, osservazioni astronomiche e la suggestiva e celebre rievocazione dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. effettuata tramite giochi di luce e performance teatrali, tutto curato scientemente dalle organizzazioni dei due Osservatori nazionali.

 
L’evento, che prenderà il via sabato 16 agosto 2014 proprio ad Ercolano, con l’esibizione canora di Gianluca Capozzi  nello splendido scenario del Santuario di Santa Maria a Pugliano, verrà presentato ufficialmente alla stampa e al pubblico lunedì 11 agosto alle 11.30, nella sala conferenze di Villa Maiuri ad Ercolano. Alla presentazione interverranno i sindaci e gli amministratori dei cinque comuni coinvolti, il presidente e il direttore dei due Osservatori e l’assessore Regionale al Turismo, Pasquale Sommese.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)