Il nuovo modo di leggere Napoli

11 settembre 2001: il giorno che ha cambiato il volto dell’America

di / 0 Commenti / 116 Visite / 11 settembre, 2014

imagesEBXM5CH311 settembre 2001: il giorno che ha irreversibilmente scosso, infranto e segnato le coscienze dell’intero pianeta.

Era il giorno in cui l’America fu colpita a morte in quello che aveva sempre creduto essere uno dei suoi più saldi punti di forza, emblema di prestigio, magnificenza, grandezza: le Twin Towers, ovvero, le Torri Gemelle.

Erano le ore 8:46.40 della mattina dell’11 settembre 2001 quando due aerei di linea della American e della United Airlines, guidati da due terroristi islamici, si schiantarono, a distanza di 16 minuti e 29 secondi l’uno dall’altro, contro le due torri, causandone l’incendio e la parziale distruzione di alcuni piani.

Le vittime di quell’agghiacciante attentato alle torri, inclusi i passeggeri degli aerei ed esclusi i terroristi islamici, furono 2.749.

E nel corso di questi anni, paradossalmente, quell’attentato ha continuato a mietere altre vittime.

Oltre 2.500 soccorritori che hanno lavorato a Ground Zero dopo il crollo delle Torri Gemelle, infatti, si sono ammalati di cancro: è “la maledizione dell’11 settembre”, l’altra turpe e distruttiva faccia della tragedia che ha cambiato per sempre il volto dell’America.

Secondo il World Trade Center Health Program del Mount Sinai Hospital di New York, 1.655 tra i 37mila poliziotti, lavoratori della nettezza urbana, altri dipendenti comunali e volontari che hanno prestato servizio a Ground Zero, dopo l’11 settembre 2011, si sono ammalati di cancro.

E il bilancio sale a 2.518 persone se si aggiungono vigili del fuoco e paramedici.

Un dramma che, a distanza di 13 anni, continua ad infliggere crude e letali coltellate al cuore dell’America.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)