Il nuovo modo di leggere Napoli

Il Carpi non sa più vincere e il Bologna incalza, Avellino e Vicenza inarrestabili: il punto sulla Serie B

di / 0 Commenti / 20 Visite / 25 febbraio, 2015

aveNonostante un avversario decisamente alla portata come la Virtus Entella, la capolista Carpi non è andata oltre il pareggio casalingo: terzo 0-0 consecutivo per gli uomini di Castori che stanno accusando una flessione dovuta principalmente ai pochi gol messi a segno nell’ultimo periodo, conseguenza diretta dell’assenza per infortunio del bomber della squadra Jerry Mbakogu. Il Carpi resta comunque in vetta alla Serie B ma vede il suo vantaggio sulle dirette inseguitrici assottigliarsi: sono solo 5 ora i punti che separano gli emiliani dal Bologna, reduce dall’importantissima vittoria sul campo di un Cittadella in grande spolvero; a decidere la contese una rete del solito Laribi, con il fantasista ex Sassuolo che ha ormai raggiunto il compagno di squadra Cacia con 8 reti stagionali. Alle spalle delle due emerge un po’ a sorpresa l’Avellino: la squadra di Rastelli è riuscita ad espugnare il difficilissimo campo del Livorno, diretto avversario in classifica, grazie alla rete realizzata nel finale di gara da Trotta, al secondo centro con gli irpini; questo successo proietta così i “Lupi” al terzo posto in solitaria a sole due lunghezze dal ben più quotato Bologna. Chi sembra non avere nessuna intenzione di fermarsi è il Vicenza: la squadra di Marino ha centrato la quinta vittoria consecutiva battendo in casa il Crotone fanalino di coda; decisiva la rete di Giacomelli che permette ai veneti di agguantare in classifica il Livorno e permette ai biancorossi, ripescati in estate, di sognare la promozione in Serie A, anche se nel prossimo turno avranno uno scontro al vertice con il temibile Bologna. Dopo il pesante ko di settimana scorsa torna a sorridere il Frosinone che, a fatica, batte la Pro Vercelli in un incontro emozionante: al Matusa i canarini vanno sul doppio vantaggio nel primo tempo grazie ai gol di Soddimo e Gucher, ma subiscono la reazione degli ospiti che ad inizio ripresa accorciano le distanze con Luppi, al primo centro con la sua nuova maglia; al 60′ è ancora una volta Soddimo a riportare sul doppio vantaggio i suoi, ma nel finale di gara riapre i giochi Castiglia, ma solo momentaneamente poichè la squadra di Stellone resiste e porta a casa tre punti fondamentali nella corsa play-off.

Spettacolare la vittoria ottenuta dallo Spezia, che batte il Modena ed esce da un periodo di profonda crisi tornando al successo che mancava da due mesi; dopo un primo tempo chiuso in parità per effetto delle reti di Fedato e Nenè, ad inizio ripresa è la squadra di Novellino a trovare il gol del vantaggio con il difensore Zoboli. La squadra di Bjelica reagisce rabbiosamente trovando la rete del pari all’87’ con il neoentrato Giannetti e portandosi poi in vantaggio al 90′ con una perfetta conclusione dalla distanza di Nenè che manda in estasi il Picco. Proprio quando la partita sembra ormai finita arriva il colpo di scena: al 95′ fallo in area di Luna che riceve il secondo giallo e viene espulso, dal dischetto si presenta Ferrari che non angola abbastanza la conclusione e permette all’argentino Chichizola di diventare l’eroe di giornata, respingendo la conclusione dell’ex attaccante spezzino e condannando alla sconfitta il Modena, ormai impelagato nella lotta per non retrocedere. Vittoria al fotofinish anche per il Pescara, che riesce ad avere la meglio di uno spento Catania solo al 92′: a risolvere la partita Marco Sansovini, tornato a Pescara a gennaio dopo due anni, e capace di decidere la partita con una grande conclusione dai 25 metri che si è infilata all’incrocio dei pali lasciando immobile il portiere Gillet. Successo importante per il “Delfino” che rilancia le proprie ambizioni play-off, ennesima sconfitta invece per il Catania che ha il peggior rendimento esterno della Serie B con soli due punti conquistati in 12 trasferte e sempre più coinvolto nella lotta per non retrocedere in Lega Pro. Ritrova il sorriso il Bari che al San Nicola risolve la pratica Lanciano in pochi minuti nel primo tempo, grazie all’uno due messo a segno da Galano e Donati, mentre il Perugia centra la seconda vittoria di fila in rimonta contro il Brescia: dopo il vantaggio siglato da Tonucci per i padroni di casa nel primo tempo, nella ripresa gli umbri hanno ribaltato le sorti dell’incontro con le reti di Ardemagni e Falcinelli. Vittoria fondamentale in chiave salvezza quella colta dal Latina al Libero Liberati di Terni: il 2-0 la vittoria della squadra di Iuliano sulla Ternana porta le firme di Alhassan e Valiani, mentre finisce con uno scialbo 0-0 lo scontro salvezza tra Trapani e Varese, con i padroni di casa che nella ripresa hanno fallito un calcio di rigore con Basso rimandando l’appuntamento con i 3 punti che mancano ormai da 7 partite. La prossima giornata il Carpi sarà impegnato nella delicata trasferta di Vercelli contro la Pro, mentre a Bologna arriverà il lanciatissimo Vicenza; sfida interna per l’Avellino che ospita la Ternana, mentre il Livorno sarà di scena a Crotone, sfida interna, infine, per il Catania che cerca punti decisivi contro il Frosinone.

Classifica alla 27° giornata

  1. Carpi 52
  2. Bologna 47 (-1)
  3. Avellino 45
  4. Livorno 43
  5. Vicenza 43
  6. Frosinone 41
  7. Spezia 39
  8. Lanciano 37
  9. Pescara 36
  10. Perugia 36
  11. Ternana 35
  12. Pro Vercelli 33
  13. Bari 33
  14. Trapani 33
  15. Virtus Entella 30
  16. Modena 30
  17. Latina 30
  18. Cittadella 30
  19. Brescia 29
  20. Catania 28
  21. Varese 28 (-3)
  22. Crotone 25

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)