Il nuovo modo di leggere Napoli

Reinhard Schaefers: il bilancio positivo del turismo campano e meridionale

di / 0 Commenti / 98 Visite / 28 marzo, 2015

Visita a Napoli dell'Ambasciatore tedesco in Italia Reinhard SchafersArrivano buone notizie per il turismo e l’economia campana e di tutto il Sud Italia. A far tirare un gran sospiro di sollievo a tutti noi Meridionali ci hanno pensato le parole dell’ambasciatore tedesco in Italia, Reinhard Schaefers, che, durante un meeting con le più alte cariche istituzionali campane,  ha voluto spendere delle parole più che buone per la nostra ripresa senza rinunciare, però, a “metterci in guardia” dalle altre concorrenze più o meno spietate, sia internazionali che non.

L’ambasciatore, con  le sue dichiarazioni, ha spiegato che il “il turismo campano registra un saldo positivo nella bilancia commerciale e che il turismo di tutto il Sud segna un attivo di circa 1 miliardo di euro, triplicando il suo incremento rispetto agli ultimi 2 anni”.

Per una volta, i campani e tutti i meridionali, possono leggere con i propri occhi un vero e proprio elogio al proprio impegno nella valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale che viene apprezzato in tutto il mondo. Durante tale incontro, Schaefers ha voluto ricordare di come sia stato lui stesso, nel corso della sua gioventù, ad aver viaggiato per tutto il meridione esplorando le sue ricchezze, ed è stata proprio una ricchezza napoletana ad averlo incantato maggiormente, ovvero, il Teatro San Carlo di Napoli che, secondo il suo pensiero, è uno dei luoghi artistici più belli al mondo e, in quanto tale, merita assolutamente di essere visitato. Ma non è stato soltanto il giurista tedesco ad essere rimasto folgorato dalle bellezze di “Neapel”, l’ambasciatore ha, infatti, confermato le voci che volevano la cancelliera Angela Merkel di nuovo in ritorno ad Ischia per le vacanze Pasquali.

Scheafers ha delineato anche il quadro della “concorrenza” al turismo meridionale, affermando che, nonostante la grande ripresa di cui ci stiamo rendendo protagonisti, bisogna restare attenti anche all’altra faccia della medaglia, tenendo sotto d’occhio lo sviluppo del turismo dell’Europa Orientale che ha ingranato la marcia da pochi anni a questa parte, rendendosi competitivo e vantaggioso sia dal punto di vista dei patrimoni offerti che dal punto di vista delle offerte economiche. L’ambasciatore ha anche precisato che non sono soltanto i paesi orientali a poterci dare filo da torcere, avvertendoci quindi di tener d’occhio le strategie di mercato dei nostri compatrioti del Nord che continuano a primeggiare nella scelta delle mete turistiche da parte dei turisti stranieri. Sarebbe, infatti, la Toscana la meta più gettonata dal più importante tour operator europeo, la Tui, lasciandoci intendere di come l’Europa preferisca investire ancora di più al Nord piuttosto che “rischiare” con il turismo meridionale.

Tenendo conto anche delle affermazioni sul turismo internazionale e italiano, noi meridionali dovremmo far sicuramente tesoro di questo dato più che positivo che ci è stato fornito, interpretandolo come un ulteriore stimolo per la nostra ribalta e per il rilancio dei nostri luoghi simbolo. Napoli, Bari, Reggio Calabria, Catania e le altre migliaia di borghi, vicoli e paesi meridionali hanno bellezze in abbondanza da offrire agli occhi del mondo e questo piccolo incitamento effettuato da Scheafers servirà come ulteriore stimolo per il nostro definitivo riscatto.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)