Il nuovo modo di leggere Napoli

Alla scoperta delle perle del Mediterraneo: Arbe

di / 0 Commenti / 189 Visite / 15 maggio, 2015

arbe

Tra le mete preferite per trascorrere una vacanza, grazie agli oltre 5000 km di costa, al mare cristallino ed ai suoi parchi nazionali, la Croazia rappresenta una meta turistica molto ambita per la vastità delle sue proposte naturalistiche, storiche ed artistiche.

L’Isola di Arbe, ad esempio, è uno dei suoi gioielli più preziosi, ideale per una vacanza unica. Arbe (Rab in croato) si trova al centro del Golfo del Quarnaro. E’ la più piccola isola nella baia di Quarnaro in Adriatico settentrionale del nord, conosciuta come una delle isole più belle delle Quarnarine .

La felice posizione, il clima mite, le belle spiagge circondate dal verde, hanno reso l’isola uno dei centri turistici maggiormente frequentati dell’ Adriatico.

Rab è trai luoghi più soleggiati d’Europa, si adagia in uno splendido braccio di mare: la sua costa è ricca di bellissime spiagge, suggestive insenature, dove l’aria è pervasa dagli aromi tipicamente mediterranei degli uliveti e delle vigne.

Dalla parte opposta, nelle zone riparate, si gode di un clima temperato e di un paesaggio prevalentemente invaso dal verde: la macchia mediterranea si alterna a boschi di pini marittimi, querce, lecci.

I romani la conoscevano mediante la denominazione di Arba o Scadurna, e successivamente alla conquista, costruirono una cittadina nel luogo dell’attuale Rab, fondata appunto dagli stessi nel II Secolo a.c. Non a caso Rab è il centro principale, e oltre a dare il nome all’isola, divenne sede di un vescovato in epoca cristiana.

L’isola è particolarmente apprezzata da visitatori e turisti anche per le sue spiagge sabbiose (Pudarica, Lopar, Rab), le insenature rocciose e il suo clima mite.

L’Isola Arbe è ricca di patrimonio culturale e piena di spirito mediterraneo, ammirata non solo per la bellezza dei quattro campanili, i simboli della città di Arbe, ma anche per il fascino esercitato dalla diversità delle sue risorse naturali in uno spazio molto piccolo: dal deserto lunare di pietra di fronte al continente fino i boschi ricchi di querce, baie con mare cristallino, spiagge sabbiose, valli fertili e colline.

La cittadina di Rab conserva un caratteristico centro storico che sorge su una penisola dalla tipica forma di nave e conserva la struttura medioevale; un gioiello di arte e architettura.

Lungo le tre strade che la percorrono longitudinalmente, si possono ammirare edifici nobili con portali romanici.  L’isola offre inoltre un’ampia offerta di attività: oltre alla classica tintarella sarebbe possibile dedicarsi ad escursioni in mountain bike attraverso i numerosissimi sentieri che attraversano le foreste dell’isola, oppure cimentarsi negli sport acquatici (immersioni, surf, canoa, vela, moto d’acqua), oppure fare una camminata a piedi fino al collina Kamenjak (410 m) per ammirare un indimenticabile panorama.

La zona sud-orientale e ricoperta di pinete e costellata di calette e spiagge sabbiose, contemporaneamente protetta dai venti nord-orientali da una cortina di alture elevate. La zona nord-orientale è costituita dalla fertile penisola sabbiosa di Lopar, punteggiata da graziose insenature, baie e ben numerose spiagge di sabbia (alcune dedicate ai naturisti, altre, che con le loro acque poco profonde, sono ideali per chi viene in vacanza con bambini piccoli).

Sono state inoltre contate ben trecento sorgenti di acqua, una vera rarità per l’arcipelago Quarnerino.

Risulta evidente che Rab si distingue come la destinazione adriatica d’eccellenza, che include le sue risorse naturali, il patrimonio storico, feste tradizionali, la gastronomia locale, e così via.

Se si desidera semplicemente godere del clima mediterraneo, fare escursione attraverso la campagna isolana tranquilla, scoprire secoli di storia, o semplicemente rilassarsi sulla spiaggia, prendere il sole, Rab è la meta giusta per voi.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)