Il nuovo modo di leggere Napoli

Iff: non solo cinema italiano. Grande attesa per Giannini e Lo Verso

di / 0 Commenti / 82 Visite / 2 luglio, 2015

11237220_10153469016409479_7096973308422309676_n

Ancora il cinema italiano protagonista all’Ischia Film Festival con Giacomo Rizzo che ha presentato il film Quando si muore…si muore di Claudio Fenzi. Un film che racconta l’ultimo viaggio di un gruppo di amici prima del matrimonio di una di loro. Per la sezione Focus sul nord Europa, ospite alla Chiesa di San Pietro a Pantaniello il regista di Skerry, cortometraggio che racconta la vicenda realmente accaduta di un kayakista che si avventura fra il Vestfiroir dell’Islanda. Alla Terrazza degli Ulivi invece, il cortometraggio russo Agar-agar. Grass from the ocean, accompagnato dalla regista Evgenia Killikh.

Protagonista della quinta giornata dell’IFF è stata l’Africa con due produzioni che raccontano il continente da due angolazioni molto diverse. Selé M’poko, scrittore, produttore e regista, ha realizzato videoclip musicali e documentari e per cinque anni ha lavorato come regista televisivo per i più importanti canali africani. Il canale YouTube artist4africa, sul quale sono caricati i suoi lavori, ha circa 1,5 milioni di visualizzazioni. Il regista era presente al Castello aragonese e la sua commedia John of God, proiettata alla casa del Sole, ha maturato un cospicuo numero di consensi da parte del pubblico che ha assistito alla proiezione. A fine serata, invece, è stata recuperata la proiezione del film Animal park, ambientato nel parco nazionale Virunga. I registi del film fanno parte di una cooperativa di quattro persone che ha fondato la casa di produzione indipendente Office Number Four, della quale ricordiamo produzioni come l’intenso The Silent Chaos, vincitore del premio Miglior Documentario nella scorsa edizione dell’IFF. Stasera, invece, è stata confermata la presenza di Enrico Lo Verso. L’attore, che ha lavorato a lungo con Gianni Amelio, ma anche con Tornatore e Ridley Scott, accompagnerà il film di Sebastiano Rizzo Nomi e cognomi.

Per la stessa sera confermata anche la presenza di Adriano Giannini, che incontrerà il pubblico della Cattedrale alle 21.00. La programmazione delle proiezioni in cattedrale resterà invariata, seppure subirà un lieve ritardo. Per gli appuntamenti “Parliamo di cinema”, ospite alla Piazza d’Armi alle 22.40 Gianfranco Pannone, con il suo Sul vulcano, presentato Fuori Concorso alla 67ma edizione del Festival del Film di Locarno. Il film racconta di tre vite vissute ai piedi del Vesuvio e si pone l’interrogativo, tramite suggestioni letterarie e visive, se ad essere più pericoloso sia il distruttivo Vesuvio o l’uomo, che in meno di cent’anni ha prodotto danni ambientali di ogni genere. Tra le voci narranti anche Toni Servillo, Donatella Finocchiaro, Fabrizio Gifuni, Leo Gullotta, Iaia Forte e Aniello Arena.

Ma il Festival propone anche incontri e approfondimenti.

Dopo il convegno a tema “Identità culturale e del cineturismo”, durante il quale sono intervenuti docenti e addetti del settore culturale e audiovisivo, che hanno dato luogo a un acceso scambio di idee sottolineando l’importanza di preservare l’identità culturale dei territori e di promuoverla attraverso l’audiovideo, il Festival ospiterà anche il Creative Europe Desk Media. Domani 2 luglio si svolgerà un infoday sul sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, presso il Castello Aragonese, dalle ore 9.30 alle 13.30. Dopo i saluti di benvenuto a cura di Michelangelo Messina interverranno Enrico Bufalini – Project Manager del Creative Europe Desk Media e Andrea Coluccia del Creative Europe Desk Italia – Ufficio Media Bari, che presenterà i principali bandi, i risultati 2014 del Sotto-programma Media di Europa Creativa, e illustrerà i bandi “Sostegno ai Festival”, “Audience development” e “Accesso ai mercati”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)