Il nuovo modo di leggere Napoli

Il “New Yorker” diventa virtuale e si legge in 3D

di / 0 Commenti / 147 Visite / 27 settembre, 2015

visore 3dNon si arresta la crescita e lo sviluppo dell’editoria digitale la quale attraverso un progresso continuo e inesorabile, sta cercando di soppiantare la vecchia e cara editoria cartacea.Arriva dagli Stati Uniti e in particolare dalle sedi di uno dei settimanali più famosi e quotati, il New Yorker l’ultima novità riguardante la fruizione delle notizie e degli approfondimenti editoriali nell’era 2.0.

Si tratta di una App che dà la possilità di leggere la rivista sfruttando la realtà virtuale.Indossando dei visori simili a quelli usati nei videogiochi infatti si ha la possibilità di sfogliare il magazine con gli occhi,avendo in contemporanea la sensazione di averlo tra le mani. L’app per la realtà virtuale è compatibile con il visore Samsung Gear VR che sarà sul mercato americano a novembre a meno di 100 dollari e ha l’obiettivo di aumentare il numero di lettori del famoso settimanale statunitense nato nel 1925 e  noto per i suoi commentari su tutte le bizzarrie tipiche degli Stati Uniti e dei suoi abitanti e per la sua attenzione per la narrativa contemporanea con la pubblicazione di saggi, racconti e recensioni di libri.

“Perché leggere la rivista solo con le mani quando potete leggerla con tutta la testa?”, spiega Bradley Tucket, sviluppatore di tecnologia virtuale. “Al New Yorker abbiamo sempre abbracciato le novità tecnologiche, i risultati  di questo esperimento sono spettacolari” aggiunge Bryce Gimmer, responsabile delle innovazioni tecnologiche della rivista.

I risultati dell’esperimento editoriale sono mostrati in un video diffuso dalla rivista e visibile da questo link

 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)