Il nuovo modo di leggere Napoli

Domenica 15 maggio: 200 pizzaioli sul Lungomare Caracciolo per la pizza più lunga del mondo

di / 1 Commento / 207 Visite / 4 maggio, 2016

13140709_10206346161637505_913510513_nDomenica 15 maggio, il Lungomare Caracciolo di Napoli, si appresta ad accogliere un evento “da record”.

I pizzaioli più autorevoli dello stivale, infatti, scenderanno in campo per riscrivere una nuova pagina di storia sfidando il Guinness World Record della pizza più lungo del mondo.

Un record detenuto dal Sud solo per pochi giorni nel 2015, per merito di una pizza chilometrica sfornata in Calabria, nell’ambito di una manifestazione svoltasi lo scorso 15 giugno a Rende, ma, appena 5 giorni dopo, il primato è stato per l’appunto perfezionato da una squadra di pizzaioli all’Expo di Milano.

13183217_10206346161877511_411329935_n

L’obiettivo dei 200 pizzaioli che animeranno il lungomare partenopeo è realizzare una pizza lunga 2 chilometri.

13162012_10206346161717507_702902699_n

L’evento, aperto al pubblico, ideato ed organizzato dall’APN – Associazione Pizzaioli Napoletani – capitata dal presidente Sergio Miccù e che vede Caputo vestire i panni del main sponsor – prevede la partecipazione di pizzaioli napoletani, ma anche provenienti da altre regioni italiane.

13162391_10206346161677506_1621107134_n

Tra i nomi dei 200 pizzaioli impegnati a mettere le mani in pasta per migliorare il record mondiale, spiccano quelli di diverse personalità di rilievo della scena napoletana, come: Antonio Tammaro della vomerese Trattoria Caprese, Vincenzo Capuano di Rosso Pomodoro, Salvatore Lioniello della pizzeria Lioniello di Orta di Atella, Errico Porzio della pizzeria Porzio, Maurizio Ferrillo della pizzeria Pizzazzà e molti altri.

13183254_10206346161837510_858561025_n

Il lungomare Caracciolo, dalla Rotonda Diaz al Castel Dell’ovo, domenica 15 maggio, non accoglierà soltanto la performance da record dei 200 pizzaioli, ma anche spettacoli, musica ed animazione. Prevista anche la presenza del sindaco de Magistris.

Un Commento

  1. io credo tra i tanti nomi di rilievo che hai menzionato ti sei dimenticato nomi altrettanto di rilievo:
    Umberto Fornito, Peppe a’ quaglia, Enzo Cacialli, Vincenzo Sorrentino, Vincenzo Giustiniano, diciamo pure io Ernesto Fico …diciamo che noi siamo “anziani” Gli anziani rappresentano coloro che anche tu diverrai. Rispettare la loro saggezza, conoscenza, grazia e tempra dovrebbe essere spontaneo per le generazioni più giovani, ma non è sempre così. A volte ci serve un richiamo all’importanza del portare rispetto a chi è anziano, per ciò che può insegnarci di utile. Gli anziani meriterebbero lo stesso rispetto che tu vuoi per te stesso …rispetto.

    Avatar

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)