Il nuovo modo di leggere Napoli

Teatro Italia: bilancio di una stagione straordinariamente positiva

di / 0 Commenti / 57 Visite / 25 luglio, 2016

slides1_compressedSi è ufficialmente conclusa la ricca e variegata stagione artistica del teatro “Italia” di Acerra. Il plesso artistico  di Via Francesco Castaldi, ad appena un anno dalla sua riapertura, ha fatto registrare numeri da capogiro: da novembre 2015 a luglio del corrente anno, tra commedie amatoriali, stagione teatrale, ed eventi di vario genere, si è raggiunta la soglia di quasi 250 spettacoli con una presenza di oltre 100.000 spettatori.

Un risultato impensabile se si pondera che le attività sono riprese dopo tre anni di totale assenza, ma assolutamente concepibile per chi ha messo piede nel teatro “Italia” e ne ha apprezzato il modus operandi dell’intero staff, dove la professionalità, la competenza e la passione sono armi che sono state dispiegate dal primo giorno di apertura. Tra i tanti spettacoli che sono stati presentati, oltre agli otto spettacoli della stagione teatrale e la 1ª rassegna di compagnie amatoriali dal titolo “Pulcinella a Teatro”, vi sono alcuni che meritano una nota speciale: le due indimenticabili serate con la musica di Enzo Avitabile, evento finanziato e co-prodotto dal Comune di Acerra e l’Ente Nazionale del Turismo; il premio Internazionale di letteratura “Tra parole ed infinito”; il musical di Don Peppe Diana e il successivo dibattito sulla legalità che ha visto partecipare il Vescovo di Acerra Monsignor Antonio Di Donna, il Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, vari magistrati e testimoni di giustizia; l’evento “EcoFoodFertility” ideato dal dottor Luigi Montano, che ha raccolto biologi e scienziati da tutti Italia per dimostrare scientificamente il nesso di causalità tra ambiente, alimentazione e salute dell’uomo nella terra dei fuochi; “Selfie” unico spettacolo in Europa della compagnia tunisina di Ikram Azouz, organizzato dalla Parthenope Onlus alla presenza del console e dell’ambasciatore tunisino in Italia e le trenta proiezioni di “Primitivamente” docu-film del giovane regista acerrano Giuseppe Alessio Nuzzo a cui
hanno assistito circa 13.000 studenti tra le scuole di Acerra, Napoli e paesi dell’hinterland. A corredo degli spettacoli, il teatro “Italia”, in adempimento della sua mission, ovvero quella di essere un centro di cultura a 360° a disposizione dei cittadini, ha allestito all’interno del foyer due mostre pittoriche, una del Maestro Montemurro e l’altra del Liceo Artistico di Napoli, che hanno avuto come soggetto la maschera di Pulcinella, emblema della città di Acerra; the letterari con le presenze di illustri personaggi come Vittorio Sgarbi e Pino Imperatore.

“Siamo estremamente soddisfatti per la stagione appena terminata, andata oltre ogni rosea aspettativa- commentano i fratelli Puzone, attuali gestori del teatro. Siamo cresciuti in maniera esponenziale mese dopo mese grazie ad una programmazione attenta e eterogenea. La risposta del pubblico è stata decisamente positiva e questo ci spinge a programmare con maggior sforzo ed entusiasmo anche la prossima stagione. Mi preme ricordare una frase del compianto Prof. Aniello Montano che in suo discorso tenuto proprio qui a teatro disse che una città per definirsi perfetta deve possedere tre cose: un’agorà, una biblioteca e un teatro. Le prime due le avevamo e noi abbiamo riempito la terza casella”. Il successo di presenze e spettacoli è senza dubbio conseguenza anche della proficua collaborazione con l’attuale amministrazione comunale con a capo il Sindaco Raffaele Lettieri che con la sua sensibilità e acume non ha mai fatto mancato suo appoggio patrocinando innumerevoli iniziative a carattere sociale e culturale.

“Desideriamo – concludono i fratelli Puzone – ringraziare pubblicamente l’amministrazione comunale: insieme abbiamo fatto emergere il senso civico e sociale nella popolazione. Merito anche loro se il teatro Italia oggi è un punto di riferimento per la Città di Acerra e location preferita da moltissimi artisti e compagnie teatrali. Inoltre vivi ringraziamenti vanno anche alle scuole di Acerra, alle associazioni e alle scuole di danza e ballo presenti sul territorio”. La pausa estiva servirà al Teatro Italia per apportare dei miglioramenti affinchè gli spettatori possano godersi gli spettacoli in un ambiente sempre più comodo ed efficiente.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)