Il nuovo modo di leggere Napoli

Il nido di Acciaroli regala due rarità: una tartaruga albina e una coppia di gemelli siamesi

di / 0 Commenti / 408 Visite / 17 agosto, 2016

140835507-a24ab1a6-bae7-4966-8cf4-0caca4500accContinua la schiusa delle uova di tartaruga Caretta Caretta sulla spiaggia di Acciaroli.

Sotto il vigile sguardo dai responsabili dell’Acquario Anton Dohrn, dell’Enpa e Legambiente, 54 tartarughe hanno fin qui conquistato il mare. Tra le ultime nate, spiccano due esemplari molto speciali: una tartaruga albina e una coppia di gemelli siamesi.

Si chiama Bianca, ha un albinismo parziale, che interessa principalmente il ventre e presenta una frequenza cardiaca bassa: prelievi e analisi genetiche stabiliranno le sue condizioni di salute, prima del rilascio in mare. L’albinismo nelle Caretta caretta è un fenomeno raro: un esemplare ogni diverse decine di migliaia presenta una decolorazione così visibile, che si traduce peraltro in un tasso di mortalità più alto: la tartaruga sarà più visibile ai predatori e dunque rischierà, soprattutto nei primi mesi di vita.

13934902_185486291863678_1529709983839350835_n

E “le sorprese” regalate dalla schiusa in corso in uno dei tre nei presenti in Campania, non sono finite.

La spiaggia di Acciaroli ha accolto anche la nascita di una coppia di gemelli siamesi che, allo stesso modo, avranno bisogno del supporto del team di esperti che monitora e vigila la schiusa per assicurarsi del buon esito dell’evento, seguito con entusiasmo e partecipazione da turisti e curiosi.

13921090_185486311863676_5080414676511106283_n

Intanto, stamattina è stato ritrovato un piccolo di tartaruga morto sulla spiaggia di Palinuro che ha reso possibile l’identificazione di un nido non segnalato in precedenza. Alcuni volontari ed addetti ai lavori si sono quindi recati sul posto per assistere gli altri piccoli che nasceranno stanotte.

Se siete in zona, andate a godere di questo spettacolo. Le regole sono sempre le stesse: non entrate in acqua, non usate flash o luci bianche, non fumate in prossimità delle tartarughe!
 

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)