Il nuovo modo di leggere Napoli

GF Trash: la versione “vrenzola” del GF Vip, condotta dalla “tribù del Vrenzolario”

di / 0 Commenti / 405 Visite / 11 ottobre, 2016

10173569_809272722435113_2939548740596396053_nIl Grande Fratello vip è un reality che sta riscuotendo un grande successo soprattutto sui social network.

Nel suo piccolo, la tribù de “Il Vrenzolario – The original” è una realtà che include centinaia di migliaia di utenti che vogliono dire la loro, anche e soprattutto sui temi caldi che riguardano la casa più spiata d’Italia.

Ieri sera, abbiamo seguito virtualmente insieme ai fan della nostra pagina, la puntata del Gf Vip commentando con loro i fatti più salienti della serata.

Prima di addentrarci nel vivo del dibattito, ci teniamo a sottolineare un passaggio che è sfuggito agli altri gruppi d’ascolto.

Antonella Mosetti, riferendosi a quanto accaduto la settimana precedente tra sua figlia e la fidanzata del concorrente Vip Andrea Damante, si è rivolta a Giulia De Lellis dicendo: “Andavi AZZITTATA subito”! Ragion per cui, la tribù de “Il Vrenzolario – The Original” chiede alla produzione del Grande Fratello Vip di punire i vip che si rendono autori di ORRORI grammaticali e quindi lanciamo l’hashtag: #SALVAGUARDIAMOLALINGUAITALIANA!

Grandi protagoniste della serata Pamela Prati e le Mosetti: la tribù del vrenzolario si è accanita contro di loro, proclamandole autentiche icone trash in virtù dei comportamenti mostrati.

“Vogliamo parlare di Antonella Mosetti? Ieri diceva che la figlia è cresciuta in mezzo ad artisti, musicisto , gente importante e che non gli faceva proprio specie chillu waglion, avevano preso tutti un abbaglio!! Antonè ma aro fiet tu e figliet!!!”

“E me pensav c s’a facev con i premi nobel, sciù!”

“Le Mosetti sono le vrenzole per eccellenza! A parte i modi, vogliamo parlare del codino di Antonella! Modalità cambio di stagione con Ciro ricci a palla! Vabbè la figlia inutile spendere parole, tutto sua madre.”

In molti, a furor di popolo chiedono: “Perché Antonella Mosetti non lava i capelli? Quando se lo fa uno shampoo!?”

Tutt’altro che docili i commenti rivolti anche alla figlia Asia. I nostri fan l’hanno definita un incrocio tra Mercoledì della famiglia Adams e la ragazzina di “The Ring”: “Ma che discorsi fa questa Asia? Non ci conosciamo, non sei mia amica e faccio quello che voglio… Nu poc e cervell’ e dignità arò o tien’?”

“Che VRENZOLE queste Mosetti! Famose come le venditrici di pesce fresco al mercato! #FuoriAntonellaEAsiaMosetti

“Ma in tutto ciò la Mosetti lo sa che Bettarini l’ha sputtanata?” chiede un utente, facendo riferimento alle confessioni notturne dell’ex marito della Ventura che hanno portato all’eliminazione del pugile Clemente Russo.

Regina incontrastata della serata la showgirl Pamela Prati, protagonista di uno spettacolo che nessuno ha gradito: redarguita per il comportamento irrispettoso nei confronti delle regole del Gf, la Prati è stata squalificata e ha dato luogo a una pantomima tutt’altro che edificante, lasciandosi andare a comportamenti isterici e infantili, rompendo il microfono che indossava, chiedendo che “qualcuno le andasse a prendere le valigie e le chiamasse un taxi” ed è uscita dalla casa senza salutare i suoi compagni vip. Una volta in studio, pesantemente “AZZITTATA” dall’idolo di tutti noi, Alfonso Signorini, la Prati lo ha pesantemente insultato, affermando che “spara solo c*****e”, mettendo la ciliegina sulla torta su una caduta di stile che ha suscitato grande disappunto tra gli spettatori: “Pamela Prati una bambina. I PROBLEMI PERSONALI E DI INFANZIA NON SONO UNA GIUSTIFICAZIONE”, sintetizziamo così il pensiero dei nostri fan.

Infine, la tribù del vrenzolario ha laciato l’hashtag #purèstellare per sottolineare le scene da brivido alle quali abbiamo assistito durante la prova svolta dalla Marini in perizoma, adagiata in una vasca sulla quale scrosciava del purè di patate che la Valeriona nazionale, si è “finemente” scollata dalle parti intime!

Questa è la tv trash che tanto amiamo!

La tribù de “Il Vrenzolario – The original”

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)