Il nuovo modo di leggere Napoli

Antonella Leardi e Rino Cesarano parlano dell’esordio letterario di Antonella Carullo

di / 0 Commenti / 98 Visite / 15 dicembre, 2016

antonella-carullo Si terrà il 17 dicembre presso l’Officina delle Culture “Gelsomina Verde”, luogo simbolo del quartiere di Scampia, la presentazione del libro “Chi ama non dimentica”, esordio letterario di Antonella Carullo. Il libro è edito da I Robin&Sons ed è impreziosito dalla prefazione del giornalista Rino Cesarano e dalla copertina disegnata dall’artista napoletano Fabrizio Fiorentino.
La presentazione calerà l’appassionante intreccio di storie, magistralmente raccontato dalla Carullo attraverso un ritmo incalzante e coinvolgente, nel quartiere di Scampia, toccato dal dipanarsi della trama, insieme ad altri quartieri di Napoli. La città partenopea è sempre sullo sfondo, come una madre che accompagna i protagonisti della storia, li vede sbagliare, li vede autodistruggersi e poi ritornare sulla propria strada. La storia s’intreccia, poi, con vicende realmente accadute, che danno speranza alla città, prima che ai personaggi del romanzo.
Oltre a raccontare del suo avvicinamento alla letteratura e delle sue passioni, contenute abilmente nel romanzo con riferimenti autobiografici, si affronteranno con gli ospiti i temi del riscatto sociale, della motivazione al cambiamento e dei buoni esempi. Ecco perché la scelta dell’Officina delle Culture “Gelsomina Verde” come luogo per la presentazione, ospiti dell’associazione resistenza Anticamorra e di Ciro Corona.
Interverranno:
Antonella Carullo – autrice
Rino Cesarano – giornalista
Antonella Leardi – Ass.ne CiroVive
Antonio Piccolo – Arci Scampia
Modera: Angelo Orefice
Reading a cura di Angelo De Falco

L’autrice. Ex-giocatrice di calcio femminile, laureata in Scienze della Pubblica Amministrazione, Antonella Carullo (Napoli, 13 novembre 1963) attualmente è impiegata in un ente pubblico non economico. Ultima figlia di Giuseppe Carullo (1923 – 2004) poeta, scrittore, giornalista, autore di canzoni per Sergio Bruni e altri  interpreti della canzone napoletana, da poco ha scoperto di aver ereditato dal padre la passione per la scrittura. Oltre a scrivere romanzi, si diletta anche a commentare sulla testata giornalistica online “CalcioNapoli1926.it” le vicende sportive del Napoli, la squadra di calcio che tifa praticamente da quando è stata capace di intendere e di volere.
Tutto comincia  in un lontano futuro, nello studio di un notaio, con la convocazione di Antonella Caruso per la consegna di due lettere e un pacchetto da parte del Cavaliere, Don Peppino Caruso, il bisnonno che la giovane non aveva mai conosciuto perché passato a miglior vita subito dopo la sua nascita. Il pacchetto è un manoscritto intitolato “Chi ama non dimentica”, non vi è traccia dell’autore, ma in quelle pagine è custodito il segreto della famiglia Caruso e, allora, incuriosita e orgogliosa per quella investitura arrivata dal passato, comincia a leggere. Protagonisti del romanzo sono tre personaggi della Dinamo Partenope, una squadra di calcio che milita in Lega pro: il Presidente, il mister e il numero 10. Tre uomini e tre storie speciali che culmineranno con la finale dei play off giocata a Licata. Storie di inganni, bugie, tradimenti, camorra e morte. Ma anche storie di amore oltre ogni limite e di profonda fede, scandite da colpi di scena che si esauriranno con la lettura del manoscritto. La seconda lettera, infatti, svelerà ad Antonella un incredibile segreto, ultimo tassello di un fantastico puzzle.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)