Il nuovo modo di leggere Napoli

JACK Contemporary Arts Tv: la prima web Tv internazionale sull’arte Il museo MADRE di Napoli

di / 0 Commenti / 105 Visite / 26 gennaio, 2017

museo_madre_cortile_ridotto Prende il via oggi mercoledì 25 gennaio 2017 JACK, la prima Web Television internazionale dedicata alle arti contemporanee e ai suoi protagonisti, ideata e promossa dal museo MAXXI di Roma e realizzata grazie alla partnership tecnologica di Engineering. JACK Contemporary Arts Tv (www.jackarts.tv) mette in relazione fra loro numerosi centri internazionali riconosciuti per l’impegno e la qualità della loro ricerca nell’ambito della sperimentazione e produzione culturale, offrendo: contenuti esclusivi, un programma sempre aggiornato di dirette streaming, spazio ai commenti degli utenti e ai contributi di art blogger.

Da Roma ad Amsterdam, da Istanbul a Lisbona, passando per Napoli, JACK unisce tante e diverse esperienze e punti di vista per raccontare il linguaggio universale dell’arte a chiunque sia pronto a farsene ispirare e a voler contribuire a questa risorsa di pensiero e di azione, di confronto fra identità e comunità differenti, sempre più strategica per le società contemporanee.

Nel giorno del suo debutto, mercoledì 25 gennaio 2017, JACK già vede coinvolte 14 istituzioni nazionali e internazionali: Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci (Prato), EMST National Museum of Contemporary Art (Atene), FOAM Fotografiemuseum (Amsterdam), Fondazione Romaeuropa, Istanbul Museum of Modern Art, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Roma), La Triennale di Milano, MADRE – museo d’arte contemporanea Donnaregina (Napoli), MAK – Austrian Museum of Applied Arts / Contemporary Art (Vienna), Museion (Bolzano), Museum of Architecture (Breslavia-Polonia), Museo di Fotografia Contemporanea (Cinisello Balsamo – Milano), Trienal de Arquitectura de Lisboa (Lisbona).

Il progetto intende realizzare e supportare tecnologicamente i progetti dei musei, garantirne la diffusione, sostenere la creatività contemporanea in tutte le sue forme – arte, architettura, danza e fotografia – con il massimo coinvolgimento del pubblico. JACK, infatti, vuole emozionare e provocare i pensieri, raccontare la realtà da prospettive diverse, ma soprattutto avvicinare il pubblico all’arte contemporanea, a partire proprio dal nome, JACK, comune e familiare, che rimanda a un collegamento elettrico, una carta da gioco, un nome che appartiene all’immaginario di tuti..

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)