Il nuovo modo di leggere Napoli

Casoria, 16 settembre 1990: la camorra uccide Antonio Esposito, un bambino di 12 anni

di / 0 Commenti / 2060 Visite / 17 settembre, 2017

andreaesposito12anniaiutantenelmercatoortofrutticolodicasoriatestimonescomododiunesecuzioneCasoria, 16 Settembre 1990 – Andrea Esposito, un bambino di 12 anni, viene ferocemente ucciso. Era il testimone di un agguato avvenuto nel bar dove lavorava come garzone da tre mesi. Nell’agguato viene ucciso anche il barista 32enne Sergio Esposito per la stessa ragione.

Antonio Franzese aveva appena aperto il bar, che gestiva nel mercato ortofrutticolo di Casoria. Entrarono due killer. Giovanissimi e inesperti, cercavano proprio lui. L’uomo fu raggiunto da diversi colpi di pistola, ma miracolosamente scampò alla morte. I due assassini, però, eliminarono due testimoni: il barista Sergio Esposito e il garzone Andrea Esposito, capofamiglia di dodici anni, che andava a lavorare alle cinque del mattino per meno di ventimila lire a settimana.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)