Il nuovo modo di leggere Napoli

Dal 23 febbraio al 5 marzo, il Castel dell’Ovo ospita la mostra fotografica “I tesori della Natura in Campania”

di / 0 Commenti / 173 Visite / 14 febbraio, 2018

04-edusa_russoDal 23 febbraio al 5 marzo Castel dell’Ovo ospita la Mostra collettiva di Fotografia Naturalistica dal titolo “I Tesori della Natura in Campania”.

La Mostra vedrà come assolute protagoniste le bellezze naturali della 07-ragno_caccioppolinostra Regione, relative a tutti i settori della fotografia naturalistica: flora, fauna, paesaggi e mondo subacqueo.

Ad esporre è la Sezione Campania dell’AFNI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani), la principale associazione di fotografia naturalistica in Italia; un’Associazione che non ha scopo di lucro e che si propone di tutelare e valorizzare la natura e l’ambiente attraverso la fotografia.

01-lontra_desimoneL’evento è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli e sarà ospitato nella Sala delle Terrazze di Castel dell’Ovo, con vernissage previsto per sabato 24 febbraio alle ore 12.

Espongono 15 fotografi: Vincenzo Borzacchiello, Antonino e Vincenzo Caccioppoli, Raffaele D’Agostino, Marco D’Errico, Ciro De Simone, Carlo Falanga, Gabriele de Filippo, Marco Gargiulo, Salvatore Ianniello, Giuseppe Russo, Rosario Schettino, Luca Scudiero, Salvatore Sepe e Antonella Taddei.

03-anemone_taddeiI visitatori potranno osservare circa cinquanta stampe in formato 60 x 40 cm; ciascuna stampa avrà a corredo una targhetta con indicati nome e cognome dell’Autore, soggetto e luogo dove è stato effettuato lo scatto ed una interessante descrizione.

Sarà presente un’ampia sezione dedicata alla fotografia subacquea ed alla straordinaria biodiversità del Golfo diNapoli potendo contare su due dei più grandi fotografi subacquei al mondo, Marco Gargiulo e Salvatore Ianniello. Le loro immagini, realizzate con una tecnica 06-vesuvio_falangaraffinata, comunicano sempre grandi emozioni.

05-cavalieri_de-simoneRiguardo alla fotografia terrestre sono numerosi gli scatti relativi a specie rare (animali e piante) come l’Ululone appenninico che è un piccolo anfibio a rischio di estinzione, la Lontra, rara in Italia ma splendida abitatrice delle acque del Fiume Sele e la Rosalia alpina, bellissimo e raro coleottero. Nell’ambito della Flora fra le rarità in mostra sono da segnalare la Pinguicola hirtiflora, pianta carnivora relitto glaciale e la Woodwardia radicans, felce gigante.

Numerose sono anche le interessanti immagini di avifauna; tra queste segnaliamo una presenza molto curiosa: una Gazza adulta che nutre un piccolo di Cuculo dal ciuffo.

Uno spazio speciale è dedicato ad alcune foto artistiche che suggeriscono forti emozioni soprattutto per le particolari tecniche fotografiche utilizzate.

Suggestivi paesaggi ed il piccolo e magico mondo della macrofotografia completano il quadro espositivo.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)