Il nuovo modo di leggere Napoli

Grande successo per “Pizzaestate”, svoltasi per la prima a Pinetamare

di / 0 Commenti / 77 Visite / 31 luglio, 2018

pizzaGusto e tradizione ancora una volta protagonisti della città di Castel Volturno. Il sapore della pizza napoletana, intrattenimenti vari e musica contagiosa hanno fatto da sfondo ad un evento unico nel suo genere, che ha riscosso davvero molto successo.

Stiamo parlando di “Pizzaestate 2018”, per la prima volta a Pinetamare. Una manifestazione che ha visto in prima linea i “Pizzaioli del Guinness” nelle serate del 27, 28 e 29 luglio. Nello spiazzale adiacente la pizzeria “Cotto & Crudo”, i forni di Giuseppe Grimaldi, dai quali fuoriuscivano le gustose pizze impastate dai pizzaioli del “Guinness World Records” per deliziare tutti i palati degli ospiti.

“Siamo qui per il primo anno – afferma Claudio Ospite, Presidente dell’Istituto Nazionale della Pizza – e ne siamo davvero felici. Questo progetto è stato organizzato dal ‘Gruppo La Piccola Napoli’ di Paco Linus. Noi ci occupiamo di formazione professionale, formando circa 100 pizzaioli all’anno e creando professionalità e occupazione. Il nostro è l’unico settore fiore all’occhiello per la Regione Campania e, per tale motivo, riteniamo che queste manifestazioni vengano finanziate ed appoggiate dalle istituzioni regionali, poiché non creiamo alcun tipo di compromesso”.

“Ci hanno aiutato a sponsorizzare questo evento – continua e conclude Ospiei -, marchi come “La Torrente”, “Caputo” e le “Orchidee”, che sono esclusivamente di stampo campano. Riteniamo di mettere in piazza un prodotto eccellente, riconosciuto e senza compromesso. I nostri pizzaioli sono davvero bravissimi, producono posti di lavoro e riteniamo, soprattutto nel settore turistico e alberghiero e somministrazione di bevande, di essere i primi al mondo”.

Parterre di pizzaioli: Enzo Fiore, Tommasini Gennaro, Paco Linus (amministratore del gruppo facebook “La Piccola Napoli”), Luciano Abate, Alfonso Saviello, Giuseppe Malinconico, Michele Catalano, Daniele Aiello, Giulio Russo, Mariano Uccello, Pasquale Anacleria, Corrado Alfano, Enrico Porzio e Massimo De Simone.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)