Il nuovo modo di leggere Napoli

Spaccanapoli 2018, successi di Maresca e D’Abundo, in 600 alla manifestazione organizzata da Uisp Napoli

di / 0 Commenti / 44 Visite / 12 novembre, 2018

podio-maschileMario Maresca e Giovanna D’Abundo hanno vinto la 36 esima edizione della mezza maratona Spaccanapoli, corsa competitiva di 21,097 km organizzata da Uisp Napoli con Sport Eventi Run e con il patrocinio di Comune di Napoli e Coni Campania. La manifestazione ha previsto anche una corsa competitiva ed una non competitiva di 10 km aperta a tutti gli appassionati. In totale, sono stati 600 i partecipanti, molti provenienti anche da altre regioni d’Italia.

Lo start è stato dato da Sergio Roncelli, presidente Coni Campania, e Antonio Mastroianni, numero uno della Uisp Napoli. Dopo i passaggi nel centro storico di Napoli, sul lungomare ed a Fuorigrotta, il primo a tagliare il traguardo posto in Piazza Municipio è stato Mario Maresca (Montemiletto Team Runners) in 1.12’24”. Al secondo posto Antonello Barretta di Liberi Insieme, staccato di 15 secondi. Terzo Mauro Previtali dei Runners Bergamo. Tra le donne, vittoria di Giovanna D’Abundo dell’associazione Forti e Veloci Isola d’Ischia in 1.26’22”, davanti ad Annamaria Caso della Napoli Nord Marathon e Rita Russo della Finanza Sport Campania. Alla cerimonia di premiazione è intervenuto l’assessore comunale allo Sport, Ciro Borriello.

“Chiudiamo quest’edizione con un bilancio positivo – dice il presidente Mastroianni -. Dopo un lungo lavoro di preparazione, abbiamo visto un fiume di podisti invadere piazza Municipio e le vie più caratteristiche della città. E poi vogliamo evidenziare gli applausi dei cittadini napoletani ai podisti, a riprova del recuperato amore di tutti verso questa manifestazione e della crescente passione per questo sport. Ci auguriamo che anche quest’anno il percorso sia stato di gradimento e diamo appuntamento al prossimo anno”.

Per l’organizzatore Andrea Fontanella di Sport Eventi Run, “tutto è andato bene, ma in futuro bisognerà ulteriormente migliorarsi per fare della manifestazione un punto di riferimento nel panorama cittadino”.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)