Il nuovo modo di leggere Napoli

“Green Game – Quando riciclare diventa un gioco” all’Istituto Tecnico Pagano e al Liceo Artistico Bernini di Napoli

di / 0 Commenti / 102 Visite / 16 novembre, 2018

img_7956smallMetti una buona raccolta differenziata, una sempre maggiore cultura dell’ecologia e del risparmio energetico… metti un mondo più pulito! Tutto si può fare! A partire dai piccoli gesti che ognuno di noi può fare ogni giorno sin dalla giovane età: come? A questo ci pensano i Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli imballaggi Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea attraverso “Green Game – A scuola di riciclo”, l’affascinante sfida a colpi di quiz costruita su misura per i ragazzi in cui momenti di apprendimento si fondono perfettamente con la parte ludica costituita dalla gara tra classi.
Green Game in questi giorni prosegue il suo tour nelle scuole superiori della regione Campania ed in particolare questa settimana si trova a Napoli. Sfide serrate tra ragazzi super preparati ed attenti alle parole che vengono espresse dal relatore Alvin Crescini permettono di ottenere ottimi risultati di apprendimento.
“Progetto che ha coinvolto in primis noi docenti – ha esordito Rosa Guarino, docente del Rossi Doria di Napoli – “Bellissima esperienza per i ragazzi che consiglio vivamente! Hanno partecipato con grande entusiasmo e soprattutto è un modo innovativo di far apprendere una tematica importante ma ostica e pesante”.
“Mi fa molto piacere che le nuove generazioni siano sensibilizzate a tematiche cosi importanti – ha proseguito la professoressa Antonella Sommese – “Soprattutto nei nostri territori le tematiche ambientali dovrebbero essere parte integrante della cultura in genere, della scuola e della famiglia”.
Anche i docenti Aniello Petillo e Antonietta Esposito hanno espresso il loro apprezzamento per GREEN GAME, soprattutto perché oltre alla teoria i ragazzi hanno messo in pratica durante la gara le nozioni trasmesse dal relatore. Un ottimo metodo per imparare e divertirsi.
Prossimi protagonisti di Green Game, venerdì gli studenti dell’IPSSEOA Russo di Comiziano e Cicciano e sabato l’Istituto Tecnico Ferrararis e il Liceo Artistico Buccini di Marcianise (CE).
Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea sono Consorzi nazionali no profit, nati per volontà di legge e si occupano su tutto il territorio italiano di garantire l’avvio al riciclo degli imballaggi raccolti dai Comuni italiani tramite raccolta differenziata. In Italia, mediamente, ogni anno, si producono circa 11 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio. Di questi, il sistema dei Consorzi nazionali ne recupera oltre il 78%, vale a dire: 3 imballaggi su 4.
Green Game è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e da Regione Campania.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)