Il nuovo modo di leggere Napoli
video

Perchè Bing non ha i genitori?

by / 0 Comments / 331 View / 30 maggio, 2019

bing-live-portrait-low-res-approved-1-lst283496 Tra i tanti idoli dei bambini, di recente, Bing è senza dubbio tra i personaggi più in voga. Molti adulti avranno avuto modo di conoscere le avventure del simpatico coniglietto in onda su Rai Yoyo e in tanti avanzano perplessità e critiche su un aspetto cruciale: la totale assenza dei genitori.

Perchè non vengono mai mostrati i genitori di Bing?

Questa una delle domande più gettonate tra i genitori che si chiedono perchè la sua educazione sia affidata a dei tutori – perfino ad un pupazzo – tra l’altro molto più piccoli di lui in termini di statura. A destare maggiori preoccupazioni tra i genitori italiani è il dubbio in relazione alla bontà del modello educativo proposto da un cartone amatissimo dai bambini.

Bing è una serie animata inglese prodotta dagli studi di Acamar Films, Brown Bag Films, Tandem Films e Digitales Studios. È stata creata da Ted Dewan e messa in onda per la prima volta nel 2014 nel Regno Unito. In Italia è andata in onda per la prima volta su Rai Yoyo nel 2018. 

Bing è un coniglietto di età prescolare che in ogni episodio affronta sfide che sembrano alla sua portata, ma che invece puntualmente si rivelano spesso più grandi di lui. Alla fine, però, queste diventano superabili quando Bing, a volte con un piccolo aiuto, trova la chiave giusta.  è il protagonista del programma.

Nelle sue avventure, Bing è affiancato da altri personaggi, come Flop, il tutore di Bing, per l’appunto, che può essere considerato come una sorta di papà. Tutti i bambini “animali” del cartone animato hanno un tutore o una tutrice. I genitori non ci sono. I personaggi vivono in un mondo ribaltato, dove gli adulti vengono rappresentati da pupazzi di pezza: gestiscono bar, guidano auto… Ogni episodio della serie si conclude con la spiegazione di Bing di quello che è successo e di quello che ha imparato. Con Flop che conclude con la frase: “è una cosa da Bing”.

Sula, invece, è un’elefantina marrone, una dei migliori amici di Bing. Dolce, solare, sensibile e un po’ goffa, ha una piccola cotta per Bing, anche ricambiata. Ha paura dei rumori forti come quelli dei fuochi artificiali. Adora le fate e la magia e il suo giocattolo preferito è Hippoty, un ippopotamo giallo con un tutù da ballerina e due ali da fata. Vive con Amma che è la sua tutrice. È un’elefantessa azzurra e blu. Ha sempre pronta una soluzione ed è molto affettuosa con tutti. Gestisce l’asilo nido e il bar del parco. Mentre Pando è un panda dagli occhi azzurri, molto amico di Bing, che vive accanto al piccolo coniglietto. Indossa una maglietta bianca, delle scarpe da ginnastica e dei calzoncini gialli, che però finisce sempre per togliersi rimanendo in mutande. È molto allegro e sempre in movimento, trova sempre il modo giusto per far divertire i suoi amici. Il suo giocattolo preferito è Balabaloo, un piccolo pupazzo azzurro con un sonaglio. Padget è la tutrice di Pando. Ha un carattere molto allegro e socievole. Ha un gatto di nome Arlo. Gestisce il negozio e a volte fa jogging o guida il suo tuk-tuk, un caratteristico taxi a tre ruote.

Coco, la cugina e migliore amica di Bing, ha sei anni e ha un fratello minore di nome Charlie. È una coniglietta bianca con gli occhi marroni. Le piace moltissimo il colore viola ed è allegra e solare, ma soprattutto molto intelligente, responsabile e paziente con i cuccioli più piccoli di lei. Vuole molto bene al suo fratellino Charlie. Adora la musica; le piace cantare e ballare e ama insegnarlo agli altri cuccioli. Indossa sempre una maglietta con una coccinella rossa, una gonna corta viola, delle calzamaglie a pois colorati, scarpe rosa e una felpa viola; ha anche degli elastici per capelli sulle orecchie, in cui sono infilati penne e pastelli. I suoi giocattoli preferiti sono le Topoline Arcobaleno, sette topoline di plastica di diversi colori. Molti dei suoi vecchi giocattoli sono stati regalati al cugino Bing, come ad esempio i cubi, la corona ed alcuni costumi per travestirsi. La sua tutrice è sempre molto impegnata, per questo lei e suo fratello Charlie sono spesso ospiti a casa di Flop o Amma. Charlie, per l’appunto, è il fratellino di Coco e il cuginetto di Bing. Non sa ancora parlare, ma riesce a farsi capire benissimo. Indossa sempre una tutina gialla con delle carote e il suo giocattolo preferito è un coniglietto morbido e rosso che suona e si chiama Strizzolino. Vuole molto bene a sua sorella Coco. Quando vuole qualcosa, riesce sempre a ottenerla.

Tuttavia, le trame del cartone che allarmano e preoccupano i genitori, invece, sono recepite di buon grado dai bambini che non vivono con disagio l’idea che i loro beniamini siano coccolati ed educati da tutori e non da genitori.

La sostituzione così eclatante di un modello educativo cruciale per la crescita di un bambino è ideata con l’intento di voler trasferire ai bambini che la famiglia possa esistere in tanti modi diversi.

Il tuo commento

Email (non sarà pubblicata)